Paura di utilizzare la carta di credito on line? Ecco le alternative

Sempre più spesso il web impone l’utilizzo di carte di credito per acquisti di beni o servizi. Ma qual’è l’alternativa?

Dare l'Iban con nome e cognome è pericoloso: perché
Iban (Fonte foto: web)

Sempre più persone sono restie ad utilizzare la propria carta di credito per gli acquisti on line. Il web, ormai, per acquisti di beni o servizi quasi impone il pagamento, diciamo cosi, virtuale. Le politiche dei vari governi, negli anni passati e soprattutto negli ultimi mesi hanno di fatto favorito l’utilizzo della carta di credito o del bancomat per la transazioni sia fisiche che virtuali. Basti pensare al cashback o anche alla lotteria degli scontrini, operazioni entrate in vigore da pochi mesi, che hanno subito coinvolto milioni di persone in tutto il paese.

Nonostante ciò, tantissime persone, fanno ancora fatica a fidarsi del web quando si tratta di esporre i propri dati sensibili o addirittura bancari. Considerato ciò, si tengono, di fatto, esclusi dal mercato on line che offre praticamente qualsiasi cosa. Le alternative alla carta di credito, al bancomat, esistono eccome, per tutte le persone interessate a fare altrimenti ecco pronta una lista di prodotti semplici da utilizzare che possono sostituire al meglio la carta di credito, o addirittura il concetto di pagamento virtuale.

LEGGI ANCHE >>> Classica, Oro, Più: Poste Italiane ha la carta di credito per te?

LEGGI ANCHE >>> Lascia il cellulare al figlio di 7 anni: carta di credito svuotata

Paura di utilizzare la carta di credito on line? Le migliori soluzioni alternative

La prima ipotesi, o meglio opzione da cercare per evitare di utilizzare il pagamento on line è quella relativa al pagamento in contrassegno. Pagare, cioè alla consegna del bene acquistato. Altra soluzione molto pratica ed interessante potrebbe essere dei pagamenti con carte, di fatto, virtuali.  Borsellini elettronici come GooglePay e ApplePay oltre al già noto PayPal, offrono la possibilità di effettuare pagamenti attraverso depositi virtuali, senza necessariamente possedere oppure utilizzare una carta di credito. Ricaricare la propria utenza virtuale ed utilizzarla per i nostro pagamenti.

Altra pratica assolutamente sicura potrebbe essere rappresentata dalle classiche prepagate. Ricaricare quindi l’importo necessario sulla propria carta, ed effettuare l’acquisto. Nel caso malaugurato di truffa, si andrebbe in questo caso a perdere soltanto un certo importo e non si andrebbe a rischiare di compromettere la sicurezza della propria carta di credito, bancomat o conto corrente.