Attenzione alla email, è arrivata la “truffa del timer”: come funziona

Un nuovo tentativo di phishing sta spopolando in rete. Cerchiamo di comprendere come non farci raggirare dalla “truffa del timer”

Truffa del timer
Fonte Pixabay

Le truffe ormai sono sempre più diffuse, che quasi non fanno più notizia. Eppure è bene sempre conoscerle a dovere per evitare che hacker e personaggi loschi possano impadronirsi dei nostri dati sensibili e del nostro denaro.

Una delle ultime è stata scoperta dal distaccamento italiano del Csirt (Computer Security Incident Response Team), secondo cui in rete è presente una nuova minaccia, che si avvale di una tecnica mai vista prima.

L’obiettivo finale è sempre lo stesso, ovvero rubare i dati privati delle persone per poi utilizzarli per i loro affari malavitosi. Dunque, scopriamo insieme quella che può essere ribattezzata con il nome di “truffa del timer”. 

LEGGI ANCHE >>> Truffa e bancarotta da 6,6 milioni di euro: distribuiva un noto brand americano

LEGGI ANCHE >>> Truffa Postagiro: non aprite l’SMS che vi trasmette un’anomalia su conto

Truffa del Timer, ecco come gli utenti cadono in inganno

L’approccio rimane il medesimo, ovvero l’invio di email in apparenza inoffensiva, che contiene il deleterio link. In molti presi dalla curiosità o magari dallo spavento ci cliccano per cercare di vederci chiaro.

Si viene dirottati su una pagina che richiede la verifica dei propri dati e in cui inoltre c’è un timer che indica il tempo che si ha a disposizione per evitare che la casella di posta elettronica che si sta utilizzando, smetta di funzionare.

L’unico modo per scongiurare la “chiusura” è l’inserimento dei dati, nella fattispecie della propria email e della propria password. Nonostante ciò però successivamente comparirà la scritta “operazione non riuscita”. Tutto strategicamente calcolato. Infatti, più tentativi si effettuano più i furfanti riusciranno ad entrare in possesso delle nostre informazioni private.

Una truffa che sta facendo registrare diverse vittime (al pari di quella del mago), visto che non tutti sono a conoscenza delle tecniche utili ad evitare queste spiacevoli sorprese. Email sospette e soprattutto link particolari sono sempre e comunque da evitare e soprattutto da non cliccare. Inoltre è bene ricordare che nessuno può chiudere il nostro indirizzo email oltre noi stessi.