Giornata positiva a Piazza Affari ma anche Wall Street fa segnare un rialzo. Merito di due fattori in particolare, che premiano gli indici dei mercati azionari.

Trend mercati
Foto di Mohamed Hassan da Pixabay

Forse non è vero che i mercati seguono trend precisi. O meglio, forse non è sempre così. Se nelle ultime settimane, infatti, si sono alternati più o meno regolarmente momenti di rialzo e altri di discesa, indicando la presenza di una sorta di pendolo oscillatorio che ha premiato un titolo piuttosto che un altro. Nella prima giornata di marzo, ad esempio, si è registrato un capovolgimento radicale del trend che, dopo alcune ore di picco all’ingiù, ha improvvisamente riportato i grafici in rialzo. E questo per diversi titoli.

Sembrava ci si trovasse di fronte a un principio di ribasso ma, ancora una volta, gli indicatori subiscono l’influenza di fattori tali da determinare l’inversione. Da capire come proseguirà la tendenza: se verrà confermato l’andamento oscillatorio (quindi un ritorno al ribasso) oppure se il rialzo riuscirà in qualche modo a essere confermato.

LEGGI ANCHE >>> Sanremo 2021: quanto è costato tra ospiti, cantanti e conduttori

LEGGI ANCHE >>> Furbetti del Cashback, il trucco del benzinaio: scontrini da 80 centesimi

Mercati azionari, la logica del pendolo: le ragioni del trend al rialzo

Ragionando in termini di fattori di influenza, la settimana a Piazza Affari sembra partita con il piede giusto. E questo per due ragioni in particolare: da un lato la notizia dell’imminente immissione sul mercato di un nuovo vaccino (quello della Johnson&Johnson), che a breve potrebbe essere presente anche in Europa, decretando l’inizio di quella che viene definita la vaccinazione di massa. Inoltre, anche da Oltreoceano arrivano buone notizie: Wall Street, infatti, fa segnare un rialzo dopo alcuni giorni di trend negativo.

Una combinazione di fattori che premia anche Piazza Affari, con l’indice Ftse Mib che chiude in rialzo dell’1,80%, mentre i prezzi terminano la giornata a 23.265 punti. Numeri che, probabilmente, indicano quello che nel settore viene definitivo un trend rialzista che, in particolare, nella giornata di ieri ha premiato i titoli finanziari (anche Poste Italiane fra quelli di maggior rialzo), influenzati a loro volta dagli indicatori positivi sulla campagna vaccinale. Poste ha viaggiato fino a un 4,5% complessivo, così come altri titoli bancari hanno beneficiato degli umori generali. Una combinazione di elementi che richiederà conferme.