Noleggio a lungo termine, la nuova frontiera dell’automotive: conviene o no?

Tra raffronto di prezzi e opportunità, vantaggi e svantaggi, la scelta fra acquisto e noleggio è ardua. Ma la domanda è in crescita…

Auto noleggio
Foto © Pixabay

Un mercato in crescita quello del noleggio auto a lungo termine. Questo significa che più di qualcuno ha iniziato a farsi una particolare domanda: conviene più l’acquisto o prendere una vettura a noleggio per un periodo esteso? Probabilmente in altri tempi non ce lo saremmo nemmeno chiesto ma, viste anche le difficili condizioni attuali generali, la questione ha iniziato a prendere sempre più piede. Per ora il mercato si è limitato a imprese e partite Iva. Merito delle agevolazioni fiscali.

Tuttavia, come ogni altra cosa, anche nell’ambito dei privati si sta assistendo a una crescita. Addirittura del 20% secondo una recente statistica. Sono sempre di più, infatti, le persone che passano in rassegna prezzi e opportunità, con l’obiettivo di capire se conviene di più l’una o l’altra strada. Un’analisi che richiede tempo e pazienza ma, soprattutto, una valutazione accurata di tutte le variabili in gioco.

LEGGI ANCHE >>> Anche Draghi è responsabile del calo delle pensioni di marzo?

LEGGI ANCHE >>> Raccomandata market cos’è? Perché preoccuparsi se ne arriva una?

Noleggio a lungo termine, vantaggi e svantaggi rispetto all’acquisto dell’auto

Va tenuto in considerazione, quando si parla di noleggio a lungo termine, che si tratta di una pratica ancora poco diffusa in Italia. E, per questo, ancora passibile di diversi rischi. In termini di comodità e vantaggi, sicuramente, qualcosa si guadagna. Niente manutenzione, assicurazione (tutto compreso nel canone) né cambio gomme. Unica cosa da tenere a mente è il tagliando, oltre alle spese da effettuare per il noleggio nel suo complesso. I termini vanno da uno a cinque anni. Quindi un periodo piuttosto lungo. Va da sé che, in questo quadro, a essere d’importanza fondamentale sono soprattutto i prezzi.

Un dettaglio da affiancare a svantaggi vari (risarcimento in caso di danni, costi dell’anticipo, deposito cauzionale ecc…). I prezzi, solitamente, si aggirano sui 200-250 euro mensili. Dopo tre anni, quindi, si parlerà già di 6 mila euro di spesa. Dilazionata ma comunque a uscita fissa. E questo solo per quanto riguarda le city car. Naturalmente, più si alza il segmento più si alza il prezzo (comunque inferiore a quello di listino). Vanno inoltre tenuti in considerazione il consumo e il chilometraggio, i cui limiti restano sopra i 20 mila km l’anno. In sostanza, meglio scegliere il noleggio se si è sicuri di fare un utilizzo costante.