Di cosa tratterà realmente la nuova informativa sulla privacy e se è vero che ci dovremo preoccupare, lo dice direttamente WhatsApp

Whatsapp
WhatsApp (Fonte foto: web)

Qualcosa, senza dubbio cambierà da quel famoso e tanto atteso, 15 maggio. Le nuove informative sulla privacy di WhatsApp, hanno però fatto scappare già tanti clienti, forse, anche a causa di una non giusta informazione a tal riguardo.

Ora, il gruppo che ha acquistato WhatsApp, cioè quello di Facebook, ha deciso di metter bocca per evitare nuovi scontri con i clienti e le associazioni di tutela. Per questo, la società si è avvalsa di un’intera pagina FAQ per scrivere un comunicato, che spieghi meglio cosa succederà.

Leggi anche>>> Whatsapp: nuove condizioni sulla privacy tornano a far capolino nella chat

Leggi anche>>> Più privacy su Whatsapp Web: arriva la mossa anti-sbirciata

In cosa consiste la nuova informativa WhatsApp

Sia per Facebook che appunto, per WhatsApp, è possibile scaricare i dati raccolti dall’azienda, in che modo? Vai nelle Impostazioni di WhatsApp > Account > Richiedi informazioni sull’account. Tocca Richiedi rapporto, la schermata mostrerà Richiesta inviata. Per i nuovi messaggi inviati invece, WhatsApp ha soltanto tentato di semplificare i passaggi, come vedremo nel comunicato rilasciato dalla società.

“Potrai comunicare con più aziende tramite WhatsApp per ottenere un riscontro più immediato che per telefono o email. Tuttavia, queste interazioni sono del tutto facoltative. Ogni giorno, milioni di persone utilizzano WhatsApp per comunicare con le aziende, piccole o grandi che siano. Puoi inviare messaggi alle aziende per chiedere informazioni o fare acquisti. Sei tu a scegliere se interagire con un’azienda su WhatsApp. Puoi inoltre bloccarla o eliminarla dal tuo elenco dei contatti in qualsiasi momento.

Le modifiche all’Informativa sulla privacyContinua il comunicatoforniscono ai nostri utenti maggiori dettagli su come gestiamo le loro informazioni. Abbiamo aggiunto ulteriori dettagli ad alcune sezioni della nostra Informativa sulla privacy e abbiamo inserito sezioni nuove. Inoltre, abbiamo semplificato l’impaginazione dell’Informativa sulla privacy per agevolarne la consultazione da parte degli utenti”.