Governo Draghi, bonus e reddito di cittadinanza: un futuro da riscrivere

Mario Draghi ha accettato di diventare il nuovo presidente del Consiglio dei ministri e adesso sono in molti a chiedersi quale sarà il destino di alcune misure del precedente esecutivo, quali ad esempio i bonus e il reddito di cittadinanza.

In seguito all’emergenza Covid il governo ha deciso di adottare una serie di misure volte a contrastare la diffusione del virus. Una situazione che ha registrato delle conseguenze sia dal punto di vista sociale che economico, con molti imprenditori che hanno dovuto chiudere, o comunque sospendere, le proprie attività. Un contesto difficile da affrontare, con molte famiglie che si ritrovano a dover fare tutti i giorni i conti in tasca pur di riuscire  a far quadrare il proprio budget famigliare.

Se tutto questo non bastasse, si è dovuto fare i conti con una crisi di governo, in seguito alla quale Mattarella ha deciso di affidare a Draghi l’incarico di formare il nuovo esecutivo. Una proposta che è stata fin da subito ben accolta, con l’ex governatore della BCE che ha già reso nota la lista dei ministri. A questo punto, quindi, sono in molti a chiedersi quale sarà la linea adottata dal nuovo esecutivo, con molti dubbi riguardanti il destino del reddito di cittadinanza e dei bonus. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo quali potrebbero essere i possibili scenari.

LEGGI ANCHE >>> Draghi e M5S sul futuro del reddito di cittadinanza: inaspettato

LEGGI ANCHE >>> Pensione di cittadinanza 2021, occhio ai requisiti: cosa c’è da sapere

Governo Draghi, bonus e reddito di cittadinanza: i possibili scenari

Mario Draghi sul Reddito di cittadinanza: "C'è bisogno di correzioni"
Mario Draghi (Fonte foto: web)

In seguito al crollo del governo Conte bis, il nostro Paese si presta ad essere guidato dall’ex governatore della BCE Mario Draghi. Una notizia che ha contribuito a risollevare i mercati, con molti che iniziano a chiedersi quale possa essere il destino di alcune misure adottate dal precedente esecutivo, quali ad esempio i bonus e il reddito di cittadinanza. Ebbene, al momento non vi sono ancora notizie certe in merito, con il nuovo governo Draghi che sembra pronto a riconfermare il reddito di cittadinanza, apportando comunque delle importanti modifiche.

Sembra, infatti, che la volontà sia perlopiù quella di creare nuove opportunità, anziché elargire sussidi a pioggia. Allo stesso tempo, per quanto riguarda il tanto atteso Ristori 5, sembra che sia prevista una proroga delle scadenze fiscali, in modo tale da venire incontro alle esigenze delle imprese già in difficoltà a causa dell’impatto negativo del covid sull’economia. Dovrebbe essere confermato, inoltre, anche il bonus da mille euro, apportando anche in questo caso delle modifiche. Al momento, comunque, si tratta solamente di ipotesi e non resta che attendere le prossime comunicazioni, ufficiali, da parte del nuovo Premier.