I costi della gestione di un conto corrente ci fanno perdere tanti soldi, se sommati annualmente: cosa possiamo fare

Fonte foto: (Pixabay)

Le spese del mantenimento di un conto corrente, non sono di certo leggere. Annualmente, c’è chi spende anche 100 euro per i costi di gestione. C’è però la possibilità di trarre benefici da un conto corrente gratuito, a canone pari a zero. Ad esempio, c’è il conto BancoPosta a costo zero per ben 12 mesi.

Il conto BancoPosta consente tutte le normali operazioni di un normale conto corrente, dal prelievo da sportelli ATM postali agli accrediti di stipendio e pensione, pagamenti con carta di debito o di credito, fino a richiedere un fido. Gli altri conti corrente hanno un costo mensile, ma c’è anche qualcosa di conveniente.

Ad esempio, Conto Start Giovani, per chi ha meno di 30 anni spende solo 2 euro per avere una carta di debito, un carnet di assegni, prelievi da ATM e bonifici online. 6 euro al mese invece, per chi avesse più di 30 anni e 7 euro, per disporre del Conto Medium.

Leggi anche>>> Bitcoin presto nella nostra vita quotidiana: come acquistare e vendere

Leggi anche>>> Conto corrente: come tenerlo in sicurezza e al riparo da spiacevoli truffe

Evitare i costi del conto corrente, ecco come ottenere BancoPosta

A questo punto, focalizziamoci sul BancoPosta. Se attivato entro il 30 giugno di quest’anno, consentirà di azzerare il canone, per 12 mesi ed alle sue condizioni, così come per gli altri conti che abbiamo citato.

Una delle condizioni riguarda la modalità di attivazione. Questa, deve essere fatta attraverso la app di BancoPosta. Per attivare il conto e ritrovarsi un canone pari a zero, bisogna scaricare l’applicazione delle Poste Italiane, sul proprio smartphone.

Fatto ciò quindi, tocca scegliere il conto che più ci piace e attivarlo. Da ricordare, che alla fine dei 12 mesi però, i costi dei conti torneranno quelli indicati alla stipulazione del contratto. Ma attivando alcuni servizi si può ridurre il canone mensile, fin quasi a dimezzarlo.