Il Bitcoin presto entrerà a far parte della nostra quotidianetà, già due carte di credito, ne accettano i pagamenti

Bitcoin (Fonte foto: web)

Il Bitcoin non sarà entro dieci anni la nuova moneta universale, ma pian piano entrerà nelle nostre case, questo è certo. Già Visa e Mastercard, hanno aperto agli scambi tra soldi correnti e criptovaluta. In che modo ci abitueremo al Bitcoin.

Lo scenario che sarà, è influenzato dall’anno appena trascorso, il 2020, sia con dichiarazioni di governi centrali, che con la promozione di diversi volti noti. Per ora, solo Visa e Mastercard, ma man mano le altre compagnie, hanno sviluppato un software nel circuito, atto a scambiare valute virtuali.

Ciò significherà che quando si pagherà qualcosa con una carta di credito o prepagata, che sia Mastercard o Visa, sarà possibile farlo in Bitcoin. Per ora, non ci sono chissà quali vantaggi, ma una convenzione per esempio, ci permetterebbe già di comprare un’auto pagando in criptovaluta. Quale? Facile da intuire, una Tesla.

Leggi anche>>> Conto corrente: come tenerlo in sicurezza e al riparo da spiacevoli truffe

Leggi anche>>> Bitcoin: l’impatto ambientale della criptovaluta, quanto consuma

Cosa è meglio sapere sugli scambi in Bitcoin

Un consiglio è quello di accettare eventualmente, i Bitcoin, prima criptovaluta non emessa da una banca centrale il cui calcolo di valore si basa su un algoritmo. Per poterla accettare, c’è bisogno di disporre un portafoglio, naturalmente in forma digitale. Sul web se ne trovano già diversi, normalmente con accesso regolato da user e password.

Cosa potremo comprarci con i Bitcoin che accettiamo: per adesso non è ancora tutto chiaro. Ciò che sappiamo è che con il primo wallet a livello mondiale, PayPal e con Visa e Mastercard a fare da apripista, è facile prevedere che presto lo adotteranno anche gli altri aderenti alle reti commerciali. Per ora, Tesla come Microsoft comunque, accettano pagamenti in criptovalute.

Infine, andiamo a capire quanto conviene accettare. Praticamente, con il Bitcoin, quanto avrò nel portafoglio? Il valore intrinseco è pari in realtà, a zero perché il valore effettivo è dato dallo scambio sul mercato. Per questo forse, per adesso questo metodo di pagamento non è mai effettivamente decollato. Comunque, pagare in Bitcoin comporta i suoi vantaggi, ma sarebbe meglio, seppur accettandoli, farlo con parsimonia, per ora.