Con la Legge di Bilancio 2019 è stata introdotta un’importante novità per quanto riguarda l’esonero dal Canone Rai. Ecco chi può usufruirne.

Canone Rai

Una di quelle rate che si pagano senza troppo badare ai dettagli ma che, di rimando, produce una certa dose di dibattito. Il canone Rai fa parte di quei pagamenti di cui si discute sui vari importi senza tuttavia sgarrare praticamente mai dal saldo finale. Ecco perché, a cadenza regolare, viene da chiedersi se esistano dei sistemi per far sì che il canone non rientri fra i versamenti obbligatori. Riaprendo, di volta in volta, il lungo capitolo delle esenzioni.

Solitamente ci si chiede se non usufruire del servizio, nonostante si possegga un televisore, equivalga a un’esenzione. Più pragmaticamente, questa scatta in alcune circostanze ben determinate, fissate fin qui da una regolamentazione ad hoc ma che, ora, dispone di una nuova variabile che consente ad alcune categorie di fruitori di non dover versare il canone.

LEGGI ANCHE >>> Se guardi la TV dal computer puoi chiedere l’esenzione dal canone Rai

LEGGI ANCHE >>> Canone Rai 2021, qualche soluzione per non ritrovarselo in bolletta

Canone Rai, quadro esenzione: come inoltrare la richiesta

La novità è stata in realtà introdotta con la Legge di Bilancio 2019 e riguarda coloro che usufruiscono del trattamento concesso dalla Legge 104/92. La normativa in questione agevola gli invalidi civili riconosciuti dalla legge e residenti nelle case di riposo, che verranno esentati dal versamento della rata del canone Rai. Non un’esenzione vera e propria ma uno sconto in bolletta che potrebbe arrivare anche al 100% (90 euro in concreto). A tale variante di esenzione si potrà accedere presentando una specifica richiesta di esonero, che andrà inoltrata una volta sola. Dopodiché, sarà valida anche per gli anni a venire.

L’inoltro della domanda è semplice e può avvenire in diversi modi: innanzitutto con una dichiarazione sostitutiva da presentare all’ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate. Inoltre, può essere effettuata tramite spedizione della richiesta con specifica di essere beneficiari della Legge 104, con destinataria la sede della Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino. Infine, si può assolvere all’onere della richiesta tramite Pec. La documentazione, in questo caso, andrà spedita (completa e con firma digitale) all’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it.