Attenti alla truffa dei rimborsi in bolletta per il Covid attraverso la quale dei malintenzionati riescono a rubare i soldi del malcapitato di turno. Entriamo nei dettagli e vediamo in cosa consiste.

Rincari bolletta

Il 2020, purtroppo, è stato segnato dall’impatto del Covid che ha portato il governo ad adottare una serie di misure volte a contrastare la diffusione del virus. Una situazione che continua a registrare un notevole impatto non solo dal punto di vista sociale, ma anche economico. Molte, purtroppo, le famiglie che si ritrovano a vivere un periodo di crisi finanziaria e proprio per questo motivo si assiste a un maggior interesse al mondo del risparmio.

Lo sanno bene, purtroppo, alcuni malintenzionati che cercano di sfruttare il momento attraverso delle truffe ad hoc. Ne è un chiaro esempio un recente tentativo di truffa che ha visto alcuni truffatori cercare di rubare del denaro promettendo dei rimborsi per il Covid in bolletta. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa è successo.

LEGGI ANCHE >>> Luce e gas, il nuovo inganno delle bollette: attenti a queste telefonate

LEGGI ANCHE >>> Acquisti online, attenti alla truffa: in questo modo vi rubano i soldi

Covid e rimborsi in bolletta, attenti ai tentativi di truffa telefonica

Bollette
Foto di Firmbee da Pixabay

Stando a quanto riportato da Cremona Oggi, alcuni cremonesi hanno dovuto fare i conti con un tentativo di truffa basato su finti rimborsi in bolletta per il Covid. “Buongiorno signora, chiamo dal Governo: lei ha diritto a un rimborso nella bolletta per il Covid“, afferma, infatti, una voce al telefono. Per poi chiedere i dati personali e l’Iban, in modo tale da poter dare un “rimborso di 90 euro in bolletta della luce“. Peccato, che nel caso in cui si forniscano i dati, anziché il rimborso, si finisce per perdere i propri soldi.

Una truffa studiata ad hoc, facendo leva su un argomento quanto delicato, così come attuale, quale quello del Covid che, purtroppo, nel corso dell’ultimo anno ha intaccato negativamente le tasche di un gran numero di famiglie. Proprio per questo motivo, onde evitare spiacevoli inconvenienti, si ricorda di non fornire mai dati sensibili, quali quelli personali o bancari, tramite telefono. Allo stesso tempo non prendere mai appuntamenti presso la propria abitazione. Il pericolo, purtroppo, è sempre dietro l’angolo.