Il bonifico bancario è uno strumento che consente di trasferire denaro da un conto ad un altro. Ecco cosa accade quando l’IBAN è sbagliato.

bonifico bancario
adobe
Il bonifico è un’operazione bancaria che consente di trasferire denaro da un conto corrente ad un altro. Il bonifico può essere SEPA, Single Euro Payments Area o estero.

I bonifici denominati SEPA sono bonifici validi nell’area SEPA che conta 34 paesi. Sono effettuati senza distinzione da quelli effettuati sul territorio nazionale di appartenenza e possono essere effettuati solo in euro.

I bonifici istantanei, invece, sono bonifici SEPA caratterizzati da un’esecuzione in tempo reale, con l’accredito al beneficiario tipicamente entro 10 secondi, in qualsiasi giorno dell’anno, 24 ore su 24. Il tutto, entro una soglia di importo fissata, in 15.000,00 euro per ciascuna disposizione ed entro i massimali di spesa definiti nel contratto.

LEGGI ANCHE >>> Ville e milioni di euro su conti segreti: le incredibili truffe della nonna

LEGGI ANCHE >>> Truffa via email: nel mirino ci sono i possessori di questa carta di credito

Bonifico bacario: l’iban sbagliato

La Payment Services Directive 2, nota come PSD2, è la seconda normativa emanata ed entrata in vigore il 13 gennaio 2018, dalla Commissione Europea relativa ai servizi di pagamento. Se da un lato la nuova direttiva si pone l’obiettivo primario di rendere più sicura e conveniente la gestione dei pagamenti in Europa dall’altro  “esenta” le banche da quasi tutte le responsabilità.

Proprio con riferimento all’ultimo punto, occorre stare attenti alle coordinate bancarie del destinatario. Ma come si può fare se abbiamo inserito l’IBAN sbagliato?

E’ possibile annullare il versamento se lo abbiamo effettuato online, solo se il portale della banca rende possibile l’annullamento entro un certo periodo di tempo.

Qualora questo non fosse possibile, è necessario mettersi in contatto con la nostra banca, al fine di esercitare un recall ossia una richiesta di annullamento presso l’altra banca, anche se l’ultima decisione spetta al beneficiario del bonifico, tramite documento scritto.

In caso ancora non si riuscisse a tornare indietro, iper il correntista sarà necessario procedere per vie legali.