E’ accaduto a Milano: due anziani coniugi sono stati truffati da una persona che conoscevano da anni, che ha attinto al loro patrimonio con una subdola scusa.

Truffa anziani
Foto: Web

Trentamila euro sottratti con un raggiro. Vittime, una coppia di anziani. Tanto per ribadire come l’appello fatto da Papa Francesco pochi giorni fa, nel quale invitava a ricordarci del valore della vecchiaia e dell’importanza della memoria di cui gli anziani sono custodi, su alcune persone ha fatto tutt’altro che presa. Fra queste, un uomo di 54 anni arrestato dalla Polizia, accusato di aver truffato una coppia sua vicina di casa, intascando indebitamente una somma a tre zeri.

L’indagine a suo carico è stata coordinata dal procuratore aggiunto di Milano, Eugenio Fusco, mentre il fermo è stato eseguito dagli agenti della Polizia di Stato e della Locale. La sede del fattaccio, infatti, è stato proprio il capoluogo lombardo, dove l’uomo viveva e dove avrebbe messo in atto la sua truffa già a partire da luglio 2019.

LEGGI ANCHE >>> Aprono le tombe di notte per rubare gioielli e oggetti preziosi

LEGGI ANCHE >>> Furbetti del Cashback, tecniche scorrette: a rimetterci sono i commercianti

Coppia di anziani raggirata dal vicino di casa: la subdola scusa per il raggiro

Altro che rispetto per la terza età. Il sospetto avrebbe agito sfruttando la scarsa dimestichezza degli anziani con le nuove tecnologie (nelle quali è frequente incorrere in segnalazioni sui tentativi di truffa), facendo passare i soldi a lui affidati come presunti versamenti effettuati all’amministrazione giudiziaria. Il motivo? Incredibile: aiutarlo a saldare le cifre richieste per dissequestrare il proprio patrimonio ed “evitargli” così di finire in galera. Un inganno estremamente subdolo, che non solo ha fatto leva sulla buona fede delle vittime ma anche sulla fiducia nei suoi confronti. I tre, infatti, si conoscevano da tempo.

Un inganno di lunga durata, che avrebbe permesso all’uomo di sfilare man mano alla coppia tutti i loro risparmi. Quelli messi insieme nell’arco di una vita di sacrifici. Un modo di agire che ha ferito probabilmente quanto la truffa stessa. Anzi, gli investigatori sono al lavoro per capire se l’uomo sia stato responsabile, in passato, di altre truffe dello stesso tenore. Il tutto, in questo caso, è stato scoperto quando la coppia ha deciso di vederci chiaro in quelle continue uscite. La speranza degli investigatori, che hanno diffuso una sua foto, è che altre potenziali vittime abbiano lo stesso coraggio.