INPS: se avete questo problema alla vista vi spetta questo assegno

L’INPS riconosce un indennità anche per chi ha problemi di vita senza limiti di reddito. Vediamo chi sono i destinatari della misura.

inps problemi di vista

L’INPS riconosce a chi ha dei problemi di vista un indennità, ex art art. 3 della Legge n. 508 del 21 novembre 1988. Detta indennità speciale è riconosciuta in particolare ai per ciechi parziali.

I cieci parziali sono chiamati anche “ventesimisti”.

L’INPS rilascia, a questi beneficiari, un’ indennità di 213,79 euro al mese per chi ha questi problemi alla vista senza limiti di reddito.

Non ci sono limiti di età per riceverla e l’ammontare della quota mensile resta inalterato.

LEGGI ANCHE >>> Mutuo al 100%: la soluzione ai tuoi problemi è in questo fondo

LEGGI ANCHE >>> Postepay, la truffa dei 1000 euro che ti svuota la carta

Indennità per chi ha problemi di vista: ammissibilità

A contrario di quello che è sempre previsto dall’Inps, per questa indennità non è previsto un limite di reddito per la richiesta e l’ottenimento.

Ad esempio, il limite di reddito è previsto per i ciechi parziali. In questi casi non si valuta il reddito tenendo conto dell’ISEE ma del reddito complessivo.

Anche perché il reddito ISEE che non concorre nella verifica dei requisiti relativi alle indennità assistenziali per invalidi civili.

Per ottenere il beneficio è necessario che sia riconosciuto al richiedente lo status di cieco parziale.

L’indennità per i portatori di questi problemi non è compatibile con altre indennità INPS simili ma è compatibile con la pensione INPS per gli invalidi civili.

L’ammontare dell’indennità subisce ogni anno delle rivalutazioni, per quest’anno, corrisponde a 213,79 euro mensili.