Cashback, transazioni sparite: come capire se si è perso il rimborso

In seguito ad alcuni problemi tecnici sono sparite molte transazioni cashback. Ecco come capire se si sono persi i soldi del rimborso.

Grazie alla Legge di Bilancio 2020 è stato introdotto il programma cashback, volto ad incentivare i pagamenti con carte di debito o credito, a fronte della restituzione di una percentuale di quanto pagato cashless. È infatti possibile ottenere un rimborso del 10%, fino ad un massimo di 150 euro, per gli acquisti svolti a titolo privato e che pertanto non riguardano l’utilizzo professionale.

Inizialmente previsto per il 2021, alla fine si è deciso di far iniziare tale iniziativa lo scorso 8 dicembre grazie al cosiddetto Extra Cashback di Natale, al fine di incentivare gli acquisti durante le festività. Non a caso sono in tanti ad aver scaricato l‘app Io proprio per prendere parte a questo programma. Fin dall’inizio, però, si è dovuto fare i conti con diverse anomalie di tipo tecnico, tanto da comportare la sparizione di centinaia di transazioni. Un problema che ha ovviamente allarmato i diretti interessati, che a questo punto si chiedono se rischiano di perdere i soldi a cui avrebbero diritto grazie al rimborso cashback. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa sta succedendo.

LEGGI ANCHE >>> Cashback, attenti agli acquisti esclusi dal bonus: ve li diciamo noi

LEGGI ANCHE >>> Cashback, rimborsi a rischio per alcuni pagamenti: scopriamo quali

Cashback, transazioni sparite: occhio al portafoglio dell’app Io

In che modo i consumatori, sono danneggiati dai 'furbetti del cashback'
App Io (Fonte foto: web)

L’iniziativa cashback ha riscosso in poco tempo un grandissimo successo, con molti utenti che hanno deciso di prendere parte al programma, in modo tale da poter ricevere una percentuale di quanto speso. Fin dall’inizio, però, si è dovuto fare i conti con varie anomalie, con molti che si sono visti esclusi dal rimborso del bonus cashback di Natale, in quanto non risulta che abbiano raggiunto il numero minimo delle 10 transazioni previste, pur avendole effettuate. Questo è successo in quanto alcune transazioni non sono state registrate.

In particolare, come reso noto da Bancomat S.p.A, si sono registrate delle anomalie nei giorni 18 e 29 dicembre, che hanno impedito di registrare molte transazioni. Una vicenda che non è passata di certo inosservata, con i soggetti interessati che temono quindi di perdere il rimborso. Ebbene, a tal proposito PagoPa ha pubblicato una nota attraverso la quale ha fatto sapere che stanno procedendo con gli appositi conteggi. “Nei prossimi giorni, – come si evince dalla nota – i partecipanti coinvolti potranno visualizzare la propria situazione aggiornata direttamente nella sezione Portafoglio dell’app IO.

Proprio quest’ultimo, d’altronde, rappresenta lo strumento attraverso il quale poter capire se si sono persi o meno i soldi del rimborso. Non dovete fare altro che controllare il vostro portafoglio digitale e verificare che tutto sia andato per il verso giusto. In caso contrario, invece, bisognerà fare ricorso, in modo tale da veder riconosciuto il proprio diritto ad ottenere i soldi previsti.