Quando si deve ricevere un pagamento si pensa in primo luogo alla velocità del mezzo di pagamento. E’ meglio, quindi, il bonifico o una ricarica Postepay?

bonifico o ricarica postepay?
adobe
Il bonifico è un’operazione bancaria che consente di trasferire denaro da un conto corrente ad un altro. Il bonifico può essere SEPA, Single Euro Payments Area o estero.

I bonifici denominati SEPA sono bonifici validi nell’area SEPA che conta 34 paesi. Sono effettuati senza distinzione da quelli effettuati sul territorio nazionale di appartenenza e possono essere effettuati solo in euro.

I bonifici istantanei, invece, sono bonifici SEPA caratterizzati da un’esecuzione in tempo reale, con l’accredito al beneficiario tipicamente entro 10 secondi, in qualsiasi giorno dell’anno, 24 ore su 24. Il tutto, entro una soglia di importo fissata, in 15.000,00 euro per ciascuna disposizione ed entro i massimali di spesa definiti nel contratto.

La ricarica PostePay è l’operazione che consiste nel versare dei soldi sulla propria carta prepagata o su quella altrui, in modo da poterla utilizzare come un bancomat ma effettuando operazioni come una carta di credito.
Vediamo insieme quale dei due strumenti è più conveniente.

LEGGI ANCHE >>> Postepay, occhio alla carta: ecco quanti soldi è possibile depositare

LEGGI ANCHE >>> Ape Sociale: le novità introdotte dalla Legge di Bilancio

Cosa è meglio tra un bonifico o una ricarica PostePay

Per capire cosa sia più conveniente, tra un bonifico e la ricatica Postepay, bisogna basarsi su tre parametri: velocità, sicurezza e prezzo.

Per ciò che riguarda la velocità, la carta prepagata è uno strumento versatile e veloce, essendo contabilizzata just in time. Il bonifico viene accreditato in qualche ora se disposto in orario di sportello banca a meno che non si effettui il pagamento con un bonifico istantaneo.

In merito alla sicurezza quello che si può dire è che le carte prepagate godono di una sorveglianza attiva che è sicuramente migliorata nel tempo ma che non ha nulla a che vedere con quella di un conto corrente. Infatti, effettuare un bonifico, nella maggior parte dei casi, comporta ad una serie di codici di controll in entrata e nel monitoraggio successivo.

Il prezzo varia: si aggira intorno ai 2 euro in genere per la ricarica, mentre per il bonifico dipende dalla banca va dal un 1,5 euro a 5 euro.

Tirando su le somme, tenuto conto dei paramentri di velocità, sicurezza e prezzo, nel caso di pagamento con uno strumento elettronico si consiglia di effetturalo tramite bonifico.