Un ragazzo vince alla Lotteria Italia ma perde il biglietto al bar. La cifra che ha perso è incredibile. Il racconto.

Leonardo Ventimiglia è il protagonista di questa vicenda che ha per oggetto un biglietto della Lotteria Italia.

Ma andiamo per ordine. Leonardo, 30 anni, genovese è un animatore sulle navi da crociera. A causa della pandemia, come molti del suo settore è fermo da un anno.

Leonardo racconta che giocare alla Lotteria Italia è una vecchia tradizione di sua madre, cui la zia comprava sempre un biglietto per Natale come portafortuna. Sua madre, per verificare eventuali vittorie, ha l’abitudine di segnarsi tutti i numeri dei biglietti distribuiti in famiglia.

La dea bendata aveva proprio baciato Leonardo Ventimiglia che, però, si accorgeva di non trovare il biglietto vincente.

LEGGI ANCHE >>> Superenalotto, centrati quattro 5: i fortunati si portano a casa una bella cifra

LEGGI ANCHE >>> Bollette non pagate: quali cadono in prescrizione a gennaio 2021

Lotteria Italia: quanto ha perso il ragazzo?

Leonardo Ventimiglia, una volta appreso dalla madre di essere in possesso del biglietto vincente, si accorgeva di averlo perso.

Raggruppati gli amici di sempre, iniziava la caccia al biglietto vincente. Leonardo racconta di aver avuto con sé il biglietto quando si trovava al tavolino del bar ma di averlo, probabilmente, dimenticato lì.

Leonardo e i suoi amici si fiondavano dentro al bar e iniziavano a cercare nell’immondizia del bar, nel bagagliaio delle macchine degli amici.

Del biglietto, però, nessuna traccia. Il giovane Genovese apprendeva di aver perso un biglietto della lotteria da 25.000 euro, che visto i tempi bui lavorativi che stava passando potevano fargli davvero comodo.

Leonardo, non si è buttato giù d’animo, prendendo l’accaduto con ironia e con spirito.

Il Genovese ha spiegato, ironicamente, che la fortuna di questa vicenda è quella di avere una mamma che dice soltanto di volerti picchiare.

Alla domanda che cosa avesse pensato la mamma sulla vicenda cosi risponde: “Sarebbe stato meglio se non se li fosse segnati” ha commentato laconico Leonardo