Dall’indagine di Federmoda emergono dei dati davvero scioccanti riguardo le vendite dei saldi invernali. Cosa sta succedendo e cosa accadrà.

Saldi invernali

Dalle indagini condotte da Federmoda per monitorare l’andamento dei sali invernali è emerso che: sei aziende su dieci, nei primi quindici giorni di gennaio, hanno registrato un calo del fatturato che va tra il 50% e il 90%.

La domanda che ci si pone è: chi comprerebbe mai un vestito se sa che non potrà sfoggiarlo? Come ad esempio un abito da sera o dei vestiti d’uffio se il soggetto lavora, ormai, in smart working.

Per ora le aziende che ne stanno risentenfo di più sono quelle che si trovano in Liguria, Emilia Romagna, Veneto e Toscana, ma non andrà meglio nemmeno per le altre regioni.

Vediamo insieme quali sono le cause che hanno portato a questo drastico calo.

LEGGI ANCHE >>> Superenalotto, centrati quattro 5: i fortunati si portano a casa una bella cifra

LEGGI ANCHE >>> Bomba in Rai, l’inchiesta di Striscia la notizia smaschera le spese di troppo

Saldi invernali e gli effetti sull’economia

La terribile crisi economica che sta colpendo il nostro Paese, a causa della pandemia da Coronavirus, produce effetti negativi in ogni settore, in particolare quello del retail della moda.

Nel mondo del retail della moda gli effetti sono e sono stati devastanti: basta pensare che 20mila punti vendita sono stati chiusi e che circa 50.000 dipendenti hanno perso il lavoro.

Dall’indagine è emerso che una delle cause del drastico calo delle vendite è lo smart working. Stando a casa a lavorare, moltissime persone non sentono il bisogno di comprare abiti nuovi potendo stare comodamente in tenuta da casa.

Altro motivo che ha portato al drastico calo delle vendite sono le restrizioni relative agli spostamenti, tanto è vero che moltissime persone per comprare qualcosa utilizzano l’e-commerce.

Per concludere, dai dati emerge che le aziende, sopravvissutem ha accusato un decremento delle vendite pari al 91%.