Una donna di Enna ritrova un borsellino pieno di denaro nei pressi di una banca. Lo affida alla Polizia per la restituzione.

portafogli-soldi-bancomat
adobe

Un gesto di solidarietà solitamente non fa notizia. E’ un concetto assodato, perché nel mondo dell’informazione il brutto, così come il drammatico, occupa più spesso un posto di rilievo sotto i riflettori delle cronache. Ma è anche giusto raccontare di chi, in un momento difficile come quello che stiamo vivendo, ha anteposto la propria onestà morale alle problematiche. A Enna, in pochi attimi si è concretizzato uno di quei bei gesti. Che fa notizia, sì, perché è bene che la faccia anche quanto di buono c’è in un tempo complicato.

Protagonista, una donna che si trovava a camminare nei pressi di una banca cittadina. Un gesto consuetudinario che si è trasformato in una bella storia quando ha notato, nei pressi dell’entrata dell’istituto di credito, un portafogli. Pieno di denaro e con tutti i documenti.

LEGGI ANCHE >>> Saldi invernali: la fine nel mondo della moda si sta avverando

LEGGI ANCHE >>> Ticket sanitario: come e quando si diventa esenti dal pagamento

Trova 450 euro in un portafogli abbandonato: lo affida alla Polizia per la restituzione

Chiaramente, il borsellino era stato smarrito da qualcuno che era appena stato in banca, oppure che aveva appena prelevato una grossa somma. All’interno c’erano infatti 450 euro in contanti, ma anche alcune carte di credito e ben tre codici fiscali. Buona sorte ha voluto che il portafogli, il cui proprietario aveva già fatto denuncia di smarrimento, finisse in buone mani. La donna, infatti, dopo aver raccolto il borsellino, lo ha consegnato a una pattuglia di Polizia, affidando a loro le pratiche di restituzione.

Il problema delle carte non si sarebbe posto, poiché il proprietario le aveva già bloccate, ma quei contanti abbandonati avrebbero fatto gola a molti. Non alla donna che ha trovato il portafogli, nemmeno sfiorata dall’idea di tenere per sé qualcosa che non era suo. Il gesto ha colpito anche il legittimo proprietario dell’oggetto smarrito, il quale ha contattato la donna tramite la Polizia ringraziandola per aver affidato loro quello che aveva smarrito.