Il reddito di cittadinanza non verrà messo da parte ed anzi, troverà spazio anche all’interno del Decreto Ristori 5

Anche nel Decreto Ristori 5 ci sarà il Reddito di cittadinanza, quali novità?
Euro (Fonte foto: Pixabay)

All’interno del Decreto Rilancio 5, ci sarà ancora spazio per il Reddito di cittadinanza, che provocherà uno scostamento di bilancio di 32 miliardi, di cui ben 5 saranno dirottati verso le misure per il lavoro.

Per questo reddito, sono entrate in ballo nuove risorse, anche per far fronte all’aumento di richieste e delle persone in difficoltà per l’emergenza. Intanto, 4 miliardi, avevano già rappresentato un incremento per la Legge di Bilancio 2021.

Leggi anche>>> Scompaiono gli assegni familiari, ma arriva di meglio

Leggi anche>>> Bonus baby sitter, come accedervi e quanto tempo ci resta

Cosa prevede il nuovo Reddito di cittadinanza

Il Reddito di cittadinanza avrà una valenza molto importante, specie in questo periodo dove è importante che faccia parte del Decreto Ristori 5, soprattutto in aiuto a quelle famiglie che sono colpite dalla crisi. Già nel 2020 infatti erano aumentati richiedenti e beneficiari del mezzo governativo, anche per i rinnovi allo scadere delle prime 18 mensilità iniziali.

I dati INPS di dicembre 2020, mostrano per l’appunto che il Reddito di cittadinanza è stato rinnovato dal 98% dei richiedenti. Secondo sempre l’INPS, a dicembre del 2020, erano coinvolte nelle richieste, ben 2,8 milioni di famiglie, con 1,2 milioni di nuclei familiari di cui facevano parte.

Ma cosa ne sarà invece del Reddito d’emergenza? Anche questo farà parte del Decreto Ristori 5? Al momento sul fronte, non arrivano ancora conferme, ma nemmeno smentite. Su questo argomento infatti non è ancora chiara la volontà di agire per il 2021. Ci potrebbe essere un reddito di emergenza 2021 come proroga delle mensilità già previste e quindi soltanto uno a gennaio ed uno a febbraio.

Questa per ora resta un’ipotesi, l’altra vedrebbe invece il REM confluire nel Reddito di cittadinza stesso. Probabile infatti, che l’aumento delle risorse per il Reddito di cittadinanza possa portare alla seconda opzione, ma resta tutto in fase ipotetica, perché per tutte le certezze sia sul REM che sul Reddito, arriveranno all’ufficialità del Decreto Ristori 5.