Gli istituti bancari possono concedere prestiti coperti al 100% dal Fondo di Garanzia alle imprese, fino ad un massimo di 30mila euro

Imprese Confcommercio
Foto di Pashminu Mansukhani da Pixabay

La nuova Legge di Bilancio ha introdotto questa novità: prestiti ricevuti dalle banche, coperti interamente dal fondo di garanzia, per un massimo di 30 mila euro, da restituire in 15 anni. 

Vediamo quali imprese possono beneficiare di questa possibilità.

Il Finanziamento è erogato secondo questi canoni: condizioni di tassi favorevoli, rate mensili o trimestrali, durata di 180 mesi con preammortamento inferiore a 24 mesi.L

L’importo richiesto non deve essere superiore al 25% del fatturato risultante dall’ultimo bilancio, non superiore al doppio delle spese salariate annuali del richiedente.

LEGGI ANCHE >>> Restrizioni, la crisi del dopo-Feste: ecco le imprese che rischiano il crack

LEGGI ANCHE >>> Uno scostamento di bilancio di 20 miliardi per salvare le imprese

Possibilità di finanziamenti alle imprese fino a 30 mila euro in 15 anni

Ci si può recare nella propria banca per fare richiesta, oppure inviare una mail PEC o una semplice mail, con oggetto “Covid finanziamento 30k”, allegando questi documenti: allegato 4 bis, domanda di richiesta, per i professionisti l’iscrizione all’albo, l’ultimo bilancio.

Si può richiedere anche l’adeguamento e l’integrazione dei finanziamenti che si sono già ottenuti se sono stati inferiori a 30 mila euro, con copertura del Fondo di Garanzia al 100%. Inoltre, è possibile prolungare l’importo delle rate fino a 15 anni anziché 10.

Il contribuente, per l’integrazione dell’importo di finanziamento fino a 30mila euro, deve presentare la stessa documentazione sopra menzionata.

Questo potrebbe essere un aiuto per le imprese che in questo momento sono in forte difficoltà a causa della crisi sanitaria ed economica.