Ecco quello che potrebbe diventare il nuovo fenomeno della Silicon Valley e del mondo social: Clubhouse

Pixabay

Spaces è la nuova funzione lanciata da Twitter – ancora in fase sperimentale – che permette di creare stanze virtuali in cui chiacchierare a voce con altri utenti.

Spaces ricalca esattamente quello che sta facendo anche la Silicon Valley con Clubhouse.

Clubhouse è descritto come  “un nuovo prodotto social basato sulla voce che permette alle persone, ovunque si trovino, di chiacchierare, raccontare storie, sviluppare idee, approfondire amicizie e incontrare nuove persone interessanti in tutto il mondo”.

L’applicazione ha ricevuto circa 12 milioni di finanziamenti dalla società di venture capital Andreessen Horowitz e già nel mese di maggio è stata valutata per 100 milioni di dollari.

LEGGI ANCHE >>> Social lending, il sistema di guadagno privato osteggiato dalle banche

LEGGI ANCHE >>> “Attenzione a link ed hashtag”, occhio alle truffe sui social anche nel Cyber Monday

E’ arrivato il Clubhouse, il nuovo fenomeno social ideato dalla Silicon Valley

Gli utenti Apple possono già scaricarlo Italia, ma per il momento questo social network è ancora in modalità beta e può essere utilizzato solo da chi riceve un invito.

Una volta dentro, Clubhouse mostra l’elenco delle stanze di conversazione che sono operative in quel momento.

Ovviamente, è un algoritmo a decidere quali stanze mostrarvi, sulla base del vostro lavoro, degli interessi o delle amicizie che avete stretto all’interno di Clubhouse. Potrete così scegliere se partecipare a discussioni vocali su argomenti che più vi aggradano.

Una volta nella stanza potete decidere di partecipare alla conversazione o ascoltare unicamente.

L’app ha già 600mila utenti, l’app è stata criticata dalla giornalista del New York Times Taylor Lorenz per la scarsa attenzione nei confronti dei dati privati degli utenti, mentre altri hanno sottolineato la difficoltà di impedire e prevenire molestie online, razzismo e antisemitismo.

In attesa del lancio ufficiale, potete  prenotare il vostro username e mettervi in lista d’attesa. Oppure andare a caccia di qualcuno che vi possa invitare.