E’ accaduto a Gravedona, in provincia di Como. Un giocatore ha centrato due cinque e un quattro. Il suo SuperEnalotto sfiora però gli 88 milioni di euro.

SuperEnalotto

Essere giocatori abituali ai vari giochi a premi non è sempre una buona cosa visto che il più delle volte (anzi, nella maggior parte dei casi) è più la spesa che l’impresa. Ma in alcuni casi la fortuna guarda dalla parte giusta e capita di fare il colpaccio, quello in grado di sistemare te e i tuoi cari per tutta la vita. Un cliente abituale di una tabaccheria di Gravedona, cittadina sulla cornice del Lago di Como, ha rischiato davvero di fare il colpo della vita.

Con una giocata incredibile al SuperEnalotto, l’uomo ha centrato una vincita di 48 mila euro. Tanto ma non quanto avrebbe potuto portarsi a casa. Il fortunato vincitore, ha messo a segno una serie vincente di due “Cinque” e un “Quattro”, incassando la bella somma giocandosi un sistemino di 21 euro. Tutto bellissimo tranne per il fatto che, con un solo numero azzeccato in più, il giocatore avrebbe compiuto qualcosa di straordinario. Un jackpot da urlo, addirittura 88 milioni di euro.

LEGGI ANCHE >>> Win for Life: in Abruzzo vinti 11.905 euro

LEGGI ANCHE >>> Gratta e vinci: il trucco semplice e geniale per pescare il biglietto coi soldi

Vince 48 mila euro al SuperEnalotto: un altro numero e il jackpot sarebbe stato storico

Si rischia di sentirsi male con un milione, ma anche con 50 mila euro. Chissà cosa accadrebbe se si arrivasse a capire di aver vinto una cifra in grado di sistemarci per almeno due o tre generazioni. Colui che c’è arrivato vicino ha scelto di prenderla a ridere, come raccontato dal titolare dell’esercizio, citato da La Provincia di Como: “È un nostro cliente da sempre. L’ho sentito e gli ho fatto i complimenti. ‘Bisogna pure sapersi accontentare’, mi ha detto in merito all’eventuale vincita esagerata che avrebbe centrato indovinando un numero in più”. Poi scherza: “Certo è che se avesse vinto 88 milioni qualcosa avrei preteso anch’io e mi sarei ritirato dal lavoro“.

Scherzi a parte, resta la soddisfazione di aver portato a casa una somma importante. E nemmeno quella totale: “La vincita lorda sarebbe di 59 mila euro, ma lo Stato ne decurta ben 11 mila Mi fa piacere, in ogni caso, per il mio fortunato cliente, che potrà togliersi sicuramente qualche sfizio in più“. Di questi tempi non è certo poco.