Ora che Bitcoin ha superato i 40.000$, un singolo BTC vale più di un lingotto d’oro da 20 once: quanto crescerà ancora?

Fonte foto web

La crescita impressionante di Bitcoin non mostra segni di rallentamento: il suo ultimo All-Time High ha fatto salire il prezzo dell’asset oltre il valore di un lingotto d’oro da 20 once.

Secondo i dati di TradingView.com, nelle scorse ore BTC ha superato i 41.000$. Da qualche giorno a questa parte l’asset dimostra una forte instabilità, anche se per ora non sono avvenuti crolli tali da pregiudicare un continuo apprezzamento della crypto dominante.

Gli esperti del settore spesso definiscono Bitcoin oro digitale. Si tratta infatti di un bene che presenta molte caratteristiche di una riserva di valore, proprio come il metallo prezioso. Al momento secondo Goldprice.org l’oro viene scambiato per 1.890$ l’oncia. In altre parole, un lingotto da 20 once vale circa 37.800$.

“Ora ci vuole più di un lingotto d’oro da 20 once per comprare un singolo #Bitcoin”, ha affermato il sito Documenting Bitcoin.

Il segretario e vicepresidente della Fondazione DigiByte, Rudy Bouwman, ha detto: “Bitcoin diventerà come i lingotti d’oro, sarà solo una riserva di valore“.

LEGGI ANCHE >>> Volete sapere a quanto ammonta il cachet di Amadeus per Sanremo?

LEGGI ANCHE >>> Truffe telefoniche, lo scatto alla risposta è un salasso, occhio a questi numeri

Bitcoin: l’oro digitale ora vale più dell’oro vero

Questo rally è leggermente diverso da quello del 2017, in quanto è guidato principalmente da istituzioni che, a differenza degli investitori retail, tendono a detenere l’asset a lungo termine piuttosto che venderlo per ottenere un profitto nel breve periodo. Questo comportamento rafforza ulteriormente l’idea che Bitcoin sia una riserva di valore, rendendolo più che mai paragonabile all’oro.

In termini di performance, negli ultimi 12 mesi Bitcoin ha realizzato un’enorme crescita del 378%, mentre nello stesso periodo l’oro è riuscito a guadagnare solo il 21,6%.

Inoltre, il Bitcoin sta ancora inseguendo nuovi massimi storici, mentre i prezzi dell’oro sono diminuiti del 7,6% rispetto al picco massimo, pari a 2.070 dollari/oncia il 6 agosto 2020.

Peter Schiff, notoriamente scettico verso BTC, ha finalmente ammesso che Bitcoin sta di fatto sottraendo quote di mercato all’oro: “Il Bitcoin sta di fatto risucchiando parte della domanda dell’oro e questo rende i governatori della Fed estremamente felici. L’aumento del prezzo dell’oro è ciò che i banchieri centrali temono di più. Il Bitcoin è il loro migliore amico”.

A questo punto è più che ragionevole chiedersi: quanto può salire ancora?