Importanti novità in arrivo per gli utenti di Whatsapp. In seguito ad un aggiornamento l’app potrebbe condividere alcuni dati con Facebook. Ecco come evitarlo.

Whatsapp
adobe

In un’epoca come quella attuale, in cui tutti quanti siamo connessi, è possibile comunicare in modo facile e veloce con amici e colleghi che si trovano in ogni angolo del pianeta. A rendere ancora più agevole la comunicazione sono le applicazioni di messaggistica istantanea, come ad esempio Whatsapp.

A proposito di questa applicazione, molti utenti, lo scorso 6 gennaio, hanno ricevuto un messaggio che invitava ad aggiornare l’App sulla privacy. Un modo attraverso il quale si consente a WhatsApp di condividere i propri dati personali con Facebook, che ha acquistato l’applicazione per 19 miliardi di dollari nel 2014. In particolare sembra che i due potrebbero condividere telefono, numeri e alcune informazioni di utilizzo.

LEGGI ANCHE >>> Nuove regole Whatsapp: “Cosa cambia?”, cosa avete accettato senza leggere

LEGGI ANCHE >>> Ricatto Whatsapp: se non accetti queste condizioni non potrai più utilizzarlo

WhatsApp, aggiornamento dati condivisi su Facebook: alcune informazioni utili

WhatsApp
Fonte: Pixabay

Operazioni a livello globale. WhatsApp condivide informazioni a livello globale, sia internamente con le aziende di Facebook che esternamente con i nostri partner, con i fornitori di servizi e con le persone con cui l’utente comunica in tutto il mondo, nel rispetto della presente Informativa sulla privacy. Le informazioni dell’utente potrebbero ad esempio essere trasferite o trasmesse a, oppure archiviate e trasmesse: negli Stati Uniti; in paesi o territori dove risiedono le società affiliate e i partner delle aziende di Facebook o i nostri fornitori di servizi risiedono; in qualsiasi paese o territorio in tutto il mondo in cui i nostri Servizi sono forniti oltre a dove risiede l’utente per gli scopi descritti nella presente Informativa sulla privacy“, inizia così l’informativa sull’aggiornamento della privacy.

A tal proposito bisogna sapere che gli utenti hanno circa 30 giorni di tempo per evitare ciò e impedire che i loro dati personali vengano diffusi dal social network. In pratica, sembra, bisognerà andare su Impostazioni Account per evitare la condivisione, anche se non è detto che i termini siano accettabili e si possano cambiare le impostazioni. Allo stesso tempo è bene ricordare che WhastApp ha sottolineato che non intende condividere nulla del contenuto dei messaggi degli utenti. Grazie alla crittografia end-to-end, infatti, le aziende non dovrebbero essere in grado di vedere i testi, in quanto controllati dall’utente. “Noi non inviamo o condividiamo il tuo numero di WhatsApp con altri, nemmeno su Facebook, e ancora non vendiamo, condividiamo, o diamo il vostro numero di telefono agli inserzionisti“, si legge sempre sul blog di WhatsApp.