Meglio affrettarsi: se presentata entro il 31 gennaio, la domanda di esenzione coprirà l’interno Canone Rai. Chi può fare richiesta?

Rai

“Viva la Rai”, cantava Renato Zero. Canzone ripescata nella raccolta Puro Spirito del 2011, ma quasi quarantennale sigla di Fantastico. Correva l’anno 1982 quando il cantante romano la inserì nel suo Via Tagliamento 1965/1970. Altri tempi, altra musica. C’era ancora Zerolandia, Fantastico era il varietà per eccellenza e la Rai compagna quotidiana delle serate italiane. Negli anni, quella canzone è diventata un’icona della rete nazionale. Meglio di Non è la Rai e probabilmente pure di Sanremo in un certo senso. Caratteristica come, naturalmente per altri versi, il cosiddetto canone televisivo. Meglio noto come Canone Rai.

Praticamente ogni anno ci si trova a fare i conti con la questione canone. Ma è bene ricordarsi che, per quello 2021, sarà possibile anche chiedere l’esenzione. E che la scadenza per richiederla è ormai più che prossima. Entro il 31 gennaio la domanda dovrà essere pervenuta.

LEGGI ANCHE >>> Canone Rai: tassa odiata ma è in arrivo una sorpresa, anzi due

LEGGI ANCHE >>> Disdire il canone Rai 2021 ? Si può, ecco la soluzione

Canone Rai, volata per l’esenzione 2021: domande entro il 31 gennaio

Ma chi può richiedere l’agognata esenzione dal canone Rai? Sostanzialmente due categorie di persone: gli anziani con redditi bassi e, con loro, i contribuenti che non possiedono un televisore in casa. Per richiederla è necessaria la dichiarazione sostitutiva entro la fine del mese. Piccola deroga: anche se dovesse arrivare in ritardo, il rimborso dovrebbe arrivare lo stesso. A scanso di equivoci, meglio consegnare tutto entro il 31 gennaio.

La dichiarazione dovrà essere presentata all’Agenzia delle Entrate (anche utilizzando l’App) e sarà valida solo per l’anno in corso. Per fare domanda (e risparmiare quindi i 90 euro annui), bisognerà appartenere a una delle due suddette categorie. Ma, anche qualora si possedesse una televisione, si potrà accedere all’esenzione in uno di questi casi: se si è anziani over 75 e con reddito non superiore a 8 mila euro; invalidi civili degenti in una casa di riposa; militari delle Forze Armate o appartenenti alle forze Nato (in questo caso anche con cittadinanza straniera); agenti consolari o diplomatici.

Va ricordato che l’esenzione dal Canone Rai dev’essere rinnovata ogni anno. Se pervenuta entro il 31 gennaio l’esenzione sarà completa. Se consegnata tra l’1 febbraio e il 30 giugno, si otterrà l’esenzione solo di un semestre. Metà canone andrà pagato. Per questo è bene affrettarsi.