L’informazione è la base della democrazia, per questo e per sostenere il settore editoriale, il Governo ha introdotto il Bonus Abbonamenti.

Fonte foto web

La nuova legge di bilancio prevede un aiuto per le famiglie meno abbienti per poter sottoscrivere abbonamenti a periodici, giornali e riviste. Il bonus è valido sia per abbonamenti e acquisti di giornali cartacei che per le versioni online degli stessi. Ma vediamo come funziona e chi può richiederlo.

Questo beneficio, oltre ad essere una misura a sostegno dell’informazione e dell’editoria, è una misura a vantaggio di famiglie con reddito inferiore a 20.000 euro. Questo beneficio, in particolare, è per le famiglie che hanno usufruito o intendono usufruire del voucher PC e tablet.

Quindi requisiti fondamentali per l’ottenimento del bonus sono: che si tratti di famiglie, non di singoli e che l’ISEE sia sotto i 20.000 euro. Inoltre il bonus va a braccetto con il voucher di 500 euro per l’acquisto di un nuovo computer o tablet per l’utilizzo dei figli in età scolastica. Tale bonus aggiuntivo avrà un valore massimo di 100 euro.

LEGGI ANCHE >>> Volete saper chi vi spia su WhatsApp? C’è un trucco infallibile

LEGGI ANCHE >>> Brexit nell’era del Covid: la Banca d’Inghilterra suona l’allarme

Nuovo bonus per famiglie: sconto di 100 euro per l’acquisto di giornali

Il bonus abbonamento, previsto per le famiglie con ISEE inferiore a 20.000 euro e che hanno ottenuto il voucher PC sarà utilizzabile nel seguente modo. Con il bonus giornali si avrà uno sconto sul prezzo per l’acquisto online o nelle attività commerciali. Ma attenzione non tutte le attività commerciali!

Per quanto concerne queste ultime, è necessario che siano esercenti che si occupano esclusivamente della vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici. Ciò proprio per favorire edicole e più in generale il mondo dell’informazione e dell’editoria.

La legge di Bilancio ha stanziato 25 milioni di euro per tale bonus che sarà erogato nel biennio 2021/2022.

Ciò per avvicinare tutte le fasce di reddito al mondo dell’informazione cartacea e digitale, incentivando le famiglie con uno sconto fino a 100 euro.