Giovedì 7 e venerdì 8 gennaio 2021 l’Italia intera è in zona gialla “rafforzata” per poi tornare arancione nel weekend. In cosa consiste questa misura anti-covid? 

Zona gialla rafforzata
Fonte Facebook – Polizia di Stato

Una tregua prima della nuova tempesta. L’Italia vivrà due giorni di relativa libertà per poi dover tornare a fare i conti con ulteriori restrizioni. Nelle giornate di giovedì 7 e venerdì 8 gennaio 2021 sarà applicato all’intero territorio nazionale il regime di zona gialla “rafforzata”. 

L’ennesima definizione con cui ci si ritrova a fare i conti in questo lungo periodo caratterizzato da blocchi e chiusure. Per forza di cosa però come è giusto che sia questi cambiamenti repentini non fanno altro che generare confusione. In questo caso trattandosi di un’altra novità fa scattare anche l’allarmismo visto che in tanti si saranno chiesti “cosa significa zona gialla rafforzata” e quali concessioni e privazioni nasconde.

LEGGI ANCHE >>> Covid, la Campania passa da zona gialla a zona rossa? Cosa succede

LEGGI ANCHE >>> Vaccino anti-covid, consulenti del lavoro in coro: “Va reso obbligatorio”

Zona gialla rafforzata: in cosa consiste e come funziona

La differenza sostanziale rispetto alla zona gialla “normale” (proviamo a definirla in questo modo) è che non è consentito spostarsi in altre regioni così come accadeva prima del periodo natalizio (naturalmente nel caso in cui ci si spostava tra territori del medesimo colore). Valgono solo le eccezioni riguardanti i casi di salute e lavoro e rientri presso i propri domicili o residenze. 

Bar e ristoranti potranno riaprire fino alle 18 per poi dover applicare l’asporto e le consegne a domicilio fino alle 22. Dopo quest’ora invece scatterà il consueto coprifuoco che è valido fino alle 5 della mattinata successiva. I negozi e i centri commerciali possono rimanere aperti fino alle 20.

Nel weekend si tornerà in zona arancione e anche per gli altri fine settimana di gennaio è previsto lo stesso andamento. Da lunedì 11 a venerdì 15 gennaio tornerà la suddivisione a colori che naturalmente terrà conto della situazione di ogni singola regione. I parametri di valutazione dell’indice Rt hanno però subito una leggera variazione: per passare da giallo arancione ci vorrà un Rt di 1 (in precedenza era 1,25) e per la zona rossa Rt a 1,25 e non più a 1,50.