Non è mai esistito un sindacato per i lavoratori di Google fino a questo momento: si chiama Alphabet Workers Union ed è il primo sindacato dei dipendenti Google

Si chiama Alphabet Workers Union ed è il primo sindacato della storia di Google e dei suoi dipendenti. Il sindacato Alphabet raccoglie circa 500 dipendenti di Google, ed è nato “per dar voce” e tutelare gli impiegati.

Questo è quello che ha spiegato Chewy Saw, ingegnere di Google e vice presidente del nuovo sindacato della Silicon Valley.

Tutto ciò che ci viene detto è di attuare delle decisioni e quando scopriamo che queste non sono conformi ai valori che abbiamo concordato con l’azienda, ci viene comunicato che dobbiamo andarcene. A questo punto stiamo cercando di creare un’organizzazione solida che combatta continuamente per i valori dell’azienda“, ha spiegato l’ingegner Saw.

LEGGI ANCHE >>> Google e Microsoft investono nell’app rivale di TikTok

LEGGI ANCHE >>> Cashback con Google Pay, più di un’idea: cosa succede nel 2021

Esiste un sindacato per i lavoratori di Google? E’ nato da poco per dare voce ai dipendenti della Silicon Valley

Il sindacato nasce in un momento di forte tensione dopo che una dipendente afroamericana che si occupava di intelligenza artificiale, Timnit Gebru, è stata licenziata.

Il motivo? La donna aveva criticato attraverso una mail interna, alcune discriminazioni che venivano fuori da alcuni programmi della Big G.

Molti dipendenti stanno chiedendo ormai da tempo a Google di rivedere le politiche aziendali in materia di retribuzione, molestie e questioni etiche. Tutte queste motivazioni hanno accelerato il processo di formazione, in gran segreto, dell’organizzazione dei lavoratori.

In questo momento meno della metà del personale fa parte dei privilegiati della compagnia. Io sono un ingegnere informatico, dipendente a tempo pieno, e ho una serie di benefits. Ma oggi la maggior parte delle persone che lavora a Google non ha questi vantaggi. Si tratta di autonomi che l‘azienda non tratta con la stessa dignità e rispetto i salariati“, ha aggiunto Saw.

L’obiettivo dell’ingegnere Saw è encomiabile. Nonostante lui sia un manager, nonostante lui abbia benefit e retribuzione elevata, il suo desiderio è che l’azienda tratti con la stessa dignità tutti i dipendenti.

Noi vogliamo far tutto il possibile per rendere il nostro posto di lavoro più giusto. Non vogliamo due classi di lavoratori, una privilegiata e un’altra no

Dopo solo una settimana, al sindacato hanno già aderito  oltre 500 persone. L’obbiettivo è arrivare a rappresentare quasi la totalità dei lavoratori di Google.