Bonus smartphone in arrivo nel 2021. Il cellulare dello Stato non sarà raggiungibile da tutti: ecco i requisiti giusti

bonus-telefonoIl bonus smartphone è appena sbarcato in Italia. Una delle novità 2021, dovuta alla necessità di digitalizzazione del Paese. La misura, toccherà famiglie con ISEE non altissimo, e che non hanno un telefono cellulare e neanche internet su linea fissa e mobile.

La prima cosa che c’è da sapere, è che per tutti i richiedenti, è necessario avere SPID, il sistema pubblico di identità digitale. Ci si rivolge, per averlo, a Poste Italiane o anche ad altri altri identity provider abilitati.

Leggi anche>>> Se hai questo gestore telefonico la tua privacy potrebbe essere a rischio

Leggi anche>>> Bonus 100 euro dimezzato, la beffa in busta paga? Cosa succede

Digitalizzazione, ecco lo smartphone di Stato

Sono quattro, le priorità del kit digitalizzazione:

  • Un telefono smartphone o dispositivo, in comodato gratuito per un anno;
  • Una connessione internet;
  • Iscrizione all’app Io;
  • Un abbonamento online a due giornali digitali.

Bonus telefono, cos’è e come averlo

Più nello specifico, il bonus cellulare ed internet, è un’estensione degli esistenti bonus Pc, tablet ed internet, che danno la possiblità al richiedente di avere un cellulare in comodato gratuito per un anno e iscrizione gratuita all’app Io, insieme all’abbonamento a due giornali.

Bonus telefono, requisiti ISEE

Ecco cosa prevede la Legge di Bilancio 2021, in cui è incluso il kit digitalizzazione: ISEE e SPID, i requisiti del richiedente:

  • ISEE inferiore ai 20.000 euro;
  • Almeno un componente familiare iscritto a un ciclo di istruzione scolastico o universitario, non titolare di un contratto di connessione internet o di un contratto di telefonia mobile;
  • Avere le credenziali SPID;
  • Il bonus è consentito ad un solo membro del nucleo familiare

Il kit digitalizzazione, è stato racchiuso in tre punti fondamentali, che lo Stato si è prefissato:

Ridurre il divario digitale del Paese, aiutando per quanto riguarda la didattica a distanza, le famiglie con ISEE inferiore a 20mila euro;

Il cellulare dotato di internet in comodato gratuito e tutti gli altri bonus, devono essere concessi ad un solo soggetto per nucleo familiare. Il fondo con dotazione di 20 milioni di euro per l’anno 2021, è da trasferire successivamente al bilancio autonomo della Presidenza del Consiglio dei ministri, Dipartimento per la trasformazione digitale.

Con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri o del Ministro delegato per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione, entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono definite le modalità di accesso al beneficio di cui al comma 1.