Spesso ci si chiede se sia più conveniente aprire un conto corrente o una carta prepagata dotata di IBAN. Vediamo tutti i vantaggi e gli svantaggi che ne derivano.

Conto corrente aziendale online, conviene: ecco perché
Conto corrente online (Fonte foto: web)

Scegliere se aprire un conto corrente o una carta prepagata dotata di IBAN è una scelta discrezionale del risparmiatore che deve essere fatta in base alle esigenze che una persona ha.

Ovviamente, le caratteristiche di questi due strumenti sono diverse e possono essere così riassunte.

Il conto corrente è uno strumento tramite cui il risparmiatore deposita il proprio denaro presso la filiale bancaria scelta con la possibilità di gestirlo attraverso diversi strumenti. Il risparmiatore ha disposizione, inoltre, una serie di servizi sui quali poter contare. Accredito di stipendio, documentazioni varie, bonifici, ed altre opzioni sulle quali poter contare.

A seconda delle esigenze esistono diversi tipi di conto corrente. Ci sono:

  • conti ordinari, dove più operazioni vengono effettuate e più si paga;
  • i conti a pacchetto, prevedono il pagamento di un canone ma anche la presenza di altri servizi come le cassette di sicurezza e assicurazione;
  • conti di base, per chi ha necessità economiche più ristrette;
  • i conti in convenzione, quando ci sono particolari agevolazioni.

La carta prepagata è una carta di pagamento dotata di un IBAN univoco in questo caso ci sono molte opzioni che possono equiparare la prepagata ad un conto corrente, basti pensare alla possibilità, tra le altre, di effettuare e ricevere bonifici.

Come per il conto, con la prepagata è possibile effettuare prelievi di contante, fare acquisti online e negli esercizi commerciali, si può procedere al pagamento dei bollettini, l’addebito di utenze domestiche.

LEGGI ANCHE >>> Reddito di cittadinanza: cosa succede se trovi casa

LEGGI ANCHE >>> Se volete diventare milionari, andate a Pordenone: doppio colpo al Gratta e Vinci!

Conto corrente o prepagata: cosa scegliere

Per chi detiene capitali con un ammontare di una certa consistenza probabilmente è più utile l’ apertura di un conto presso la filiale bancaria.

Questo vale anche per chi ha la necessità di compiere operazioni di poco più complesse come la domiciliazione delle utenze domestichea.

La carta prepagata con IBAN è ideale per chi ha poche somme da gestire e può essere sufficiente per chi intende ricevere accrediti ed effettuare pagamenti.

Per tutti i soggetti che non vantano di una storia creditizia rosea la carta prepagata è la soluzione migliore.