Altri due episodi legati alle feste di Alberto Genovese sono sotto inchiesta. Spuntano altre due probabili vittime di Terrazza Sentimento.

Spuntano altri due episodi di presunta violenza sessuale ai danni di altre due giovani donne. Secondo gli inquirenti, quindi, Alberto Genovese sarebbe colpevole di violenza sessuale ai danni di sei giovani donne in totale, tutte adescate ai suoi famosi festini a Terrazza Sentimento.

Le modalità delle violenze sono infatti molto simili. Avvenute quasi tutte nel suo attico milanese. Lì secondo le dichiarazioni delle ragazze, Genovese era solito stordire le sue vittime con un mix di cocaina e ketamina per poi stuprare le giovanissime.

In questo momento gli inquirenti stanno facendo approfondimenti sulle dichiarazioni delle due ragazze che si sono aggiunte alla lista degli accusatori di Genovese, ma pare che ci siano già delle rispondenze con alcuni elementi che la procura ha già.

Il numero delle ragazze che si dichiarano vittime di Genovese è quindi salito a sei. Le prime due avevano sporto denuncia a metà dello scorso mese di dicembre. Tutte dichiarano di aver partecipato alle feste a casa di Genovese a base di cocaina e altre sostanze stupefacenti. Tutte sono assistite dall’avvocato Ivano Chiesa, legale diventato noto anche per aver difeso Fabrizio Corona.

Nell’immediatezza dell’arresto di Genovese inoltre, un’altra giovane donna ha parlato di un altro episodio avvenuto la scorsa estate in Spagna, a Ibiza: “Da quando sono entrata in camera ed ho tirato una striscia di stupefacente di colore rosa che io pensavo fosse 2CB, non ricordo più nulla. L’unica cosa che ricordo è una sorta di stato allucinogeno”.

LEGGI ANCHE >>> Banconote e monete false, potresti averle in tasca. Ecco come riconoscerle.

LEGGI ANCHE >>> Lotteria Italia 2021, ecco come funziona e le cose da sapere

Caso Alberto Genovese: il primo processo si avvicina

Per uno degli episodi di violenza denunciati è indagata anche l’ex fidanzata di Alberto Genovese, che ha respinto le accuse dei pm, anche se pare ci siano delle prove a suo carico e dei filmati delle telecamere di sorveglianza dell’appartamento milanese che confermano i racconti della vittima.

Gli inquirenti si stanno concentrando anche su indagini patrimoniali e finanziarie sulla situazione di Genovese, accertamenti collegati anche al giro di droga che in molti testimoni hanno dichiarato esserci alle sue feste. Per questo è indagato anche Daniele Leali, ritenuto il braccio destro di Genovese.

Leali, che è rientrato da pochi giorni da Bali dove gestisce alcune attività, è per gli inquirenti l’organizzatore di parecchi dei parti di Terrazza Sentimento ed è indagato per spaccio di stupefacenti.

A breve inizierà il primo dei processi di Genovese che però non riguarda le presunte violenze sessuali e la droga, ma l’accusa è di disturbo della quiete pubblica a causa degli schiamazzi delle sue famose feste con musica alta fino a tarda notte nel suo super attico milanese con vista sul Duomo.