Come possiamo legalmente nascondere i nostri soldi? I trucchi ci sono, dalla banca estera all’assegno circolare, alla cassetta di sicurezza 

In un’epoca in cui la trasparenza e la tracciabilità delle operazioni sono diventate regole importanti, si potrebbe essere tentati di nascondere i nostri soldi, ma senza sapere davvero come.

Oggigiorno nulla o quasi sfugge ai controlli del fisco, ma ciò nonostante esistono dei metodi – assolutamente legali – per celare le proprie risorse economiche.

Ci sono numerose ragioni che possono spingere una persona a nascondere i soldi. Ecco allora come farlo in modo legale.

LEGGI ANCHE >>> Patrimoniale timori alle stelle: cosa succede se passa l’emendamento

LEGGI ANCHE >>> L’incubo della patrimoniale è sempre più reale: come colpirà il nostro conto corrente?

Come si può legalmente nascondere il denaro? Ecco alcuni trucchi

L’utilizzo della banca estera: se è vero che esiste l’Anagrafe dei conti correnti, è altrettanto vero che è possibile evitare tale Anagrafe, spostando i propri soldi all’estero. Come? Semplicemente avvalendosi dei servizi di una banca estera, come ad esempio Paypal.

Le banche estere non sono tenute a rispettare le nostre regole, anche quelle in tema di tracciabilità, trasparenza e controlli e non devono comunicare automaticamente alcuna informazione all’Anagrafe, se non espressamente richiesta.

L’utilizzo della cassetta di sicurezza: un altro metodo lecito per nascondere denaro in banca è quello legato all’uso delle cassette di sicurezza, molto frequente in Italia. Nessuno, a parte il depositario, può sapere l’esatto contenuto della cassetta, e non può saperlo neanche il fisco.

Per sapere cosa di fatto contiene, il Fisco dovrebbe svolgere un controllo proprio nella sede della banca.

L’utilizzo degli assegni circolari: con questo metodo, legale come gli altri due che abbiamo citato, colui che vuole nascondere i soldi, si fa rilasciare degli assegni circolari, consegnando al cassiere della banca il denaro in contanti che vuole occultare.

Gli assegni saranno intestati a sé stessi, oppure ad un familiare o un amico fidato. Questo denaro sarà nascosto a chiunque, ed anche al fisco.