Chi infrange le regole del Dpcm va incontro a sanzioni elevate. A Capodanno multe per violazioni di coprifuoco ma, in alcune città, anche per i botti…

Botti

Altro che botti di Capodanno. Il “botto” vero rischia di farlo chi trasgredisce le regole imposte dal governo per far fronte alla pandemia che, per forza di cose, sono andate a intaccare anche le consuetudini della notte fra il 31 dicembre e l’1 gennaio. Il coprifuoco scatterà regolarmente alle ore 22 e si protrarrà anche per più tempo, fino alle 7 del mattino. Restrizioni quindi sia sulla mobilità che sui festeggiamenti, botti compresi. E il Viminale ha già annunciato controlli serrati per far sì che non ci siano trasgressioni.

Da domani, l’Italia tornerà in zona rossa. Ovvero, nuovo obbligo di autocertificazione e divieto di spostarsi all’interno del proprio comune, se non per motivi di lavoro o necessità. Deroga concessa per visite ai parenti ma sarà l’unica. E massimo una volta al giorno. Esattamente come e a Natale.

LEGGI ANCHE >>> Riaperture scuole superiori il 7 gennaio: la decisione del Cts

LEGGI ANCHE >>> Vaccino, Ricciardi convinto: “Obbligatorio per queste categorie”

Capodanno off limits, il “botto” lo rischia chi trasgredisce: il Viminale annuncia la serrata

Farsi cogliere in flagrante significherà molto probabilmente rovinarsi le feste. Va ricordato che anche per gli spostamenti in auto restano misure sostanziali: ad esempio, non più di due persone in auto, esclusi gli under 14 e i disabili, per dirigersi verso casa di un familiare. E la mobilità resta fissa: dalle 5 alle 22, non oltre. I controlli, come spiegato dal Viminale, saranno sia sulle strade urbane che sulle autostrade.

Rischi concreti per chi trasgredisce? Sanzioni estremamente pesanti: per chi viola il coprifuoco, ad esempio, si potrebbe andare incontro a multe fra i 400 e i 1.000 euro. Questo avverrebbe in caso di dichiarazioni mendaci, assenza di autocertificazione o violazione dei protocolli di sicurezza (ad esempio mascherina obbligatoria se in macchina vi è una persona – e non più di una – non convivente).

Capitolo botti. Ogni città ha adottato regole a sé ma in parecchie dello Stivale razzi, petardi e botti vari saranno vietati. Anche gli importi delle sanzioni sono diversi a seconda del luogo ma restano comunque da evitare: cifre comprese fra i 500 e i 5 mila euro. Un “botto”, appunto. Di questi tempi meglio evitare.