Ecco quanto tempo bisogna attendere per accedere alla liquidazione del TFS dopo il pensionamento con la quota 100.

Pensione
Foto di Steve Buissinne da Pixabay

Il TFS, ovvero il Trattamento di Fine Servizio, per chi ha deciso di accedere alla pensione con quota 100 presenta tempi di attesa più lunghi rispetto a quelli previsti per coloro che accedono a tale misura attraverso altre vie. A tal proposito è bene ricordare che, ad esempio, per chi accede alla pensione di vecchiaia, o anche nel caso di collocamento a riposo d’ufficio o scadenza contratto a termine, il TFS non viene erogato prima di 12 mesi.

Chi accede alla pensione anticipata, o comunque presenta dimissioni volontarie, il TFS non viene erogato prima che siano trascorsi 24 mesi dalla cessazione del rapporto di lavoro. Soffermandosi sul caso di coloro che accedono a quota 100, invece, è bene sottolineare che non sempre bisogna attendere il compimento dei 67 anni, ma allo stesso tempo vi sono dei requisiti da rispettare. Entriamo nei dettagli e vediamo di quali si tratta.

LEGGI ANCHE >>> Assegno di divorzio e TFR: quando devono essere corrisposti? Facciamo chiarezza

LEGGI ANCHE >>> Come e quando contestare la multa al semaforo rosso? Cosa devi sapere

Liquidazione TFS dopo pensione quota 100: non sempre bisogna attendere i 67 anni

banconota soldi tanti
Fonte: Pixabay

I tempi di liquidazione del TFS per i dipendenti del pubblico impiego risultano differenti in base alle motivazioni che portano a porre fine al rapporto di lavoro. In particolare, come già detto, bisogna attendere 12 mesi nel caso in cui si termini l’attività lavorativa in seguito al raggiungimento dei limiti di età o perché si ha diritto di ottenere la pensione di vecchiaia.
Si dovrà attendere 24 mesi in caso di dimissioni volontarie o pensionamento anticipato. Bisogna, invece, maturare i requisiti di pensionamento, così come previsto dalla legge Fornero, e attendere dai 12 ai 24 mesi per ottenere la liquidazione del TFS, nel caso in cui si decida di porre fine all’attività lavorativa per accedere a quota 100.

Nel caso di coloro che accedono a quota 100, sottolineiamo, è necessario prima raggiungere il requisito di pensionamento previsto dalla Legge Fornero. In alternativa bisogna avere 67 anni di età, così come previsto per la pensione di vecchiaia o comunque i contributi necessari per raggiungere la pensione anticipata. A seconda dei casi bisognerà poi attendere rispettivamente dai 12 ai 24 mesi. È facile quindi intuire che non sempre bisogna attendere il compimento dei 67 anni per ottenere la liquidazione del TFS dopo l’accesso alla pensione con quota 100.