10mila euro oltre la paura e il terrore, il drammatico episodio subito

I tre ladri beccati mentre cercavano di lasciare l’abitazione del furto con un’auto e un autocarro. Fra la refurtiva c’era una cucina intera.

Furto Polizia

Diecimila euro di refurtiva, fra arredi, oggetti di valore e addirittura biancheria. Un colpo messo a segno sabato scorso, 19 dicembre, a Santa Croce sull’Arno. Ma per i tre ladri, tutti di origine albanese, le cose non sono andate poi così bene. Le Forze dell’ordine li hanno infatti sorpresi mentre si allontanavano dall’abitazione del malcapitato a bordo di ben due mezzi: un’auto e un autocarro.

I malviventi sono stati beccati con tutta la refurtiva, persino elettrodomestici. Così come anche nella loro abitazione sono stati rinvenuti altri maltolti, non è chiaro di quale provenienza

Sulla vicenda indagano i carabinieri, mentre gli autori del furto sono stati giudicati in mattinata per direttissima dal Tribunale di Pisa. L’arresto è stato convalidato e senza l’applicazione di misure cautelari.

LEGGI ANCHE >>> Trova 300 milioni in lingotti d’oro ma si rovina la vita: l’incredibile storia

LEGGI ANCHE >>> Gratta e Vinci, colpo da urlo: la cifra impensabile che svolta la vita al 21enne

10mila euro oltre la paura e il terrore, il drammatico episodio subito: rubata una cucina intera

Sembra che l’abitazione svaligiata dai malviventi fosse abitata solo saltuariamente. Resta il fatto che, magari proprio per questo, i tre avevano deciso di ripulirla da cima a fondo, portandosi via refurtiva in modo massiccio, fino ad accumulare, potenzialmente, diecimila euro. Cifra che probabilmente salirebbe vertiginosamente se si considerassero gli altri oggetti rinvenuti dai carabinieri.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Sembra che fra i beni sottratti ci fosse un’intera cucina. Decisamente troppe cose da portare via tutte insieme. I tre, infatti, sono stati individuati praticamente subito mentre cercavano di allontanarsi dal luogo del misfatto. Mentre le Forze dell’ordine hanno restituito il maltolto al legittimo proprietario.