Per ricevere il rimborso cashback è necessario che la vostra carta di debito appartenga ad un certo tipo di circuito di pagamento, pena l’esclusione dal rimborso.cashback

Tutte le carte di debito sono collegate ad un circuito di pagamento, nessuna esclusa. Al fine di ottenere il rimborso del cashback, è necessario verificare che la nostra carta appartenga ad un determinato circuito.

Per tutti i titolari di un bancomat contrassegnato dal logo Maestro, sarà impossibile ricevere il rimborso poiché i bancomat appaatenenti al circuito Maestro non hanno l’abilitazione per usufruire del rimborso del 10%.

Il circuito Maestro non ha ancora sottoscritto la convenzione con PagoPa e pare che Maestro impiegherà ancora del tempo per concludere l’accordo.

Le implementazioni tecniche non sono state ancora sviluppate. Perciò almeno, in questa prima parte del programma Italia Cashless, pagare con il bancomat con funzionalità Maestro non conviene.

Ma non bisogna scoraggiarsi perché nella maggior parte dei casi, le carte di debito delle banche italiane supportano vari circuiti. Infatti, quando sulla carta è presente il logo PagoBancomat, il problema si supera. Di conseguenza, basta non pagare con la carta in modalità contactless. In questo modo, non si utilizza per la transazione il circuito internazionale Maestro ma quello nazionale PagoBancomat.

LEGGI ANCHE >>> Virologi in tv, quanto guadagnano e le pagelle degli esperti del Covid

Rimborso cashback per i bancomat Maestro? C’è una soluzione

Esiste un modo per arginare il problema per tutti i possessori di bancomat Maestro che non potranno ricevere il rimborso extra cashback.

Poste Italiane, Banca Sella, Nexi, Hype, Enel X Pay, Hype e Satispay, hanno messo a disposizione la propria piattaforma, perciò chi ha un bancomat afferente al circuito Maestro e rilasciato dagli issuer prima menzionati ha una possibilità in più.

Dunque, per questa prima fase chi paga con un determinato bancomat non ottiene il cashback.

Da gennaio 2021 il bancomat del circuito Maestro sarà possibile registrarlo sull’app IO e finalmente il problema contactless non ci sarà più.