Quando l’hanno fermata i carabinieri, la donna non era sorpresa: effettivamente però, guidava un’auto senza assicurazione, vittima di truffa

Pagava l'assicurazione rischiando la multa: ecco la truffa di cui era vittima
Fermo dei carabinieri (Fonte foto: web)

Attenti alle truffe che potete trovare sul web. Quando c’è da acquistare qualcosa di importante, o sottoscrivere contratti come quello di un’assicurazione, diffidate dai siti web che vi sembrano poco chiari, o almeno accertatevi che ne stiate consultando uno credibile.

Una donna di Bondeno, in Emilia-Romagna, ha circolato per diversi mesi senza assicurazione, perché quella che pagava regolarmente era falsa. Il tutto, è stato scoperto ieri dalle forze armate, dopo una denuncia.

Leggi anche >>> Si ritrova con 2000 euro in meno sul conto corrente, l’amara scoperta da non credere

Leggi anche >>> Inaugurazioni ai tempi del Covid: la polizia chiude il locale ad un’ora dall’apertura

Truffa dell’assicurazione: arrestata una donna di Salerno

A B.M., quarantunenne abitante di Bondeno, in provincia di Ferrara, qualcosa non tornava. Dopo aver fatto segnalazione ai Carabinieri della stazione di Bondeno, ha scoperto che purtroppo i suoi sospetti erano più che fondati.

I militari, hanno fatto tutti gli accertamenti e delle accurate indagini, per risalire ad M.C., una donna di 55 anni di Salerno, residente nel napoletano. La donna, è ora in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Ferrara, colpevole di reato di truffa. La cinquantacinquenne infatti, si fingeva assicuratrice della società Giara, riuscendo ad ottenere il versamento di 270 euro dalla vittima, grazie alla mediazione di un sito web.

In pratica, la donna ferrarese, girava da mesi senza nessuna assicurazione in macchina, ma a richiesta, non è corrisposto nessun rimborso, così B.M. ha deciso di dire tutto ai carabinieri. Il sistema informatico, ha aiutato i militari a risalire alla truffatrice, e se per i soldi persi dalla donna emiliana non c’è stato nulla da fare, ora chi ha commesso il reato attende la sentenza e la sua condanna per una grave truffa.