Un episodio piuttosto increscioso si è verificato nell’aretino. Da diversi mesi si ritrovava ammanchi sul conto corrente per scoprire che a rubarglieli era la madre

carabinieri
adobe stock

Quando a pugnalarti sono proprio le persone che meno ti aspetti. Un ragazzo di Caprese Michelangelo (provincia di Arezzo), lo scorso settembre aveva denunciato alla Stazione dei Carabinieri locale uno scoperto di circa 2000 euro sul suo conto corrente. 

Per effetto di ciò sono scattate delle indagini per comprendere cosa abbia potuto portare ad un ammanco così cospicuo. L’investigazione però ha portato alla luce che il denaro era stato ritirato regolarmente dagli sportelli della Valtiberina. Ed è qui che è arrivata la scoperta shock che di fatto ha reso triste al contempo squallida questa vicenda.

LEGGI ANCHE >>> Consigli utili su come scegliere la banca in cui aprire il proprio conto corrente

LEGGI ANCHE >>> Patrimoniale, si va verso il prelievo sul conto corrente? Tutti gli indizi

Ammanchi sul Conto corrente, il losco piano della madre

Una volta acquisiti i fotogrammi e i filmati delle telecamere di videosorveglianza dell’istituto di credito, i militari sono riusciti a risalire alla persona che aveva prelevato i contanti in maniera indebita.

Si tratta della madre (e convivente) del ragazzo derubato e che ha sporto denuncia. La donna attraverso più prelievi ha messo insieme 2000 euro, proprio quelli che mancavano dal conto corrente del figlio.

Adesso dovrà rispondere di ciò che ha fatto e soprattutto del perché. Per questo però ci sarà tempo. Adesso ciò che conta è aver risolto la questione una volta per tutti ed evitare altri movimenti furtivi. 

In casi del genere non ci sarebbe troppo da aggiungere, il fatto si commenta praticamente da solo. Rimane l’amaro in bocca perché non ci si può capacitare di come certi gesti meschini possano arrivare dalle persone di cui si dovrebbe godere di fiducia e stima incondizionata. Purtroppo però la società moderna in alcuni casi può avere anche queste sfaccettature molto negative.