Il governatore che invita più o meno in modo esplicito, a violare alcune restrizioni previste dal nuovo Dpcm natalizio.

Natale
Photo by krakenimages on Unsplash

Il 21 si avvicina con tutti i suoi se e i suoi ma, e c’è chi fino all’ultimo vuole dire no a tutte le restrizioni volute dal governo nel periodo natalizio. Forse per credo politico, o forse perché le Regioni spesso sono state snobbate dal Governo quando si è trattato di decidere. Resta il fatto che c’è un governatore che si schiera con i ‘ribelli’.

Il governatore della regione LombardiaAttilio Fontana si è reso protagonista di una dichiarazione che ha fatto e farà di certo discutere ancora per molto. Parlando dei divieti imposti dal Governo per le giornate di festa, per il Natale, ha infatti dichiarato di essere d’accordo con quanti hanno annunciato che trasgrediranno ai divieti.

Una dichiarazione incomprensibile che se detta da un personaggio che localmente rappresenta le istituzioni fa di certo immaginare quanti potrebbero prenderla come posizione da seguire. Qualcosa di assolutamente insensato alla luce delle dichiarazione di tanti esperti che in questi giorni hanno richiamato all’attenzione ed al rispetto delle regole.

Coronavirus, incredibile Fontana: “Una sciocchezza”

La vicenda insomma ci regala un presidente di regione, della Lombardia, che, di fatto, invita a trasgredire, perchè è chiaro che con quelle dichiarazioni si invita indirettamente, ma nemmeno tanto a violare certe misure considerate una vera e propria sciocchezza

Fontana ci ricasca insomma, cosi come qualche giorno fa aveva aspramente criticato le misure attuate dal Governo, oggi fa quasi peggio, anzi decisamente peggio, con un invito chiaro e tondo a non rispettare le regole, perchè alla fine, alla gente, soprattutto a chi non vuole capire, questo arriva, c’è davvero poco da fare.