La crisi economica morde e le famiglie sono costrette a ridurre sempre di più le uscite anche in ambito alimentare. Ecco alcuni consigli pratici per risparmiare decine di euro nel fare la spesa al supermercato.

supermercatoVi è mai capitato di arrivare dinanzi alla cassa del supermercato convinti di aver speso una cifra ed invece il totale è il doppio? Tornati a casa poi si controlla e ricontrolla lo scontrino per verificare il tutto e non ci si capacita della cosa. Ebbene, se avete provato anche voi almeno una volta questa sensazione, l’articolo che segue fa per voi. Eccovi svelati 5 semplici mosse per risparmiare decine di euro al supermercato.

Regola numero uno, fissare un budget economico a monte: il risparmio nella spesa avviene già tra le mura domestiche prima di uscire di casa. Non si va mai a fare la spesa senza aver preventivato un budget di riferimento, è un errore farsi trasportare dall’istinto del momento. Questo serve ad eliminare dalla lista il non essenziale ed il superfluo che spesso sono la principale fonte dell’aumento del livello della spesa. Legato a questo sarebbe consigliato prevedere un budget in contanti perché l’uso di bancomat, carte di credito o altro così da combattere istinti deleteri.

Tenere sotto controllo tutto ciò che riguarda buoni sconto voucher, coupon e volantini di offerte settimanali: una cernita fatta a monte circa gli obiettivi da portare a casa è sempre una strategia vincente, permette di risparmiare tempo e di raggiungere subito il bersaglio senza farsi distrarre da altre tipologie di acquisti.

LEGGI ANCHE >>> Bonus tablet e pc “Svantaggioso per i cittadini”, ecco cosa non quadra

Spesa, come risparmiare decine di euro al supermercato, il fattore prezzi e formati

spesa risparmio
Fonte: Pixabay

Dopo ciò che deve essere fatto a monte, cioè prima di uscire di casa, vediamo i consigli una volta entrati al supermercato. Innanzitutto, quando si tratta di acquistare detergenti, saponi liquidi, ammorbidenti è sempre meglio acquistare le cosiddette “ricariche” ovvero soltanto la confezione che contiene il prodotto che ci interessa. Questo prodotto costa molto meno rispetto al nuovo nucleo di prodotto.

Legato a questo ultimo punto, c’è l’assoluta necessità di comprare le confezioni di prodotto più grandi, i cosiddetti “formati famiglia”. Spesso comprare due confezioni piccole costa molto di più che acquistare una singola confezione di formato grande.

Infine, fare sempre attenzione ai rincari sui prodotti di materie prime che, in momenti specifici di richiesta maggiore, possono subire dei rincari che vale la pena forse evidenziare a chi di dovere. Quindi occhio a pane, latte, pasta, uova, pasta, farina, zucchero, sale, lievito. Proprio questi prodotti di prima necessità possono essere quelli più consigliati di acquisto a prescindere perché da questi prodotti possono nascere delle pietanze buone al gusto ma con un risparmio garantito.

LEGGI ANCHE >>> “Furbetti” del bonus spesa con stipendio o reddito di cittadinanza: ecco dov’è accaduto