È stato prorogato al 15 dicembre il termine per presentare le domande al Fondo ristorazione per ottenere il bonus. Ad annunciarlo il Ministero per le Politiche Agricole. La scadenza originaria era al 28 novembre.

bonus ristorazione
Fonte: slide illustrativa Fondo Ristorazione sito ufficiale Ministero Politiche Agricole.

Altri 17 giorni di tempo a disposizione per ristoranti, agriturismi, mense, catering, alberghi,  per poter richiedere il contributo a fondo perduto, fino a un massimo di 10mila euro, per l’acquisto di prodotti delle filiere agricole e alimentari, anche DOP e IGP, inclusi quelli vitivinicoli, valorizzando così la materia prima dei territori.

Le domande potranno essere presentate attraverso il Portale della ristorazione al sito www.portaleristorazione.it o presso gli sportelli degli uffici postali, allegando le fatture degli acquisti, effettuati da agosto in poi, di prodotti agroalimentari italiani e vitivinicoli.

Il Ministero delle Politiche Agricole ha sottolineato che il bonus ristorazione si rivolge a ristoranti, pizzerie, mense, servizi di catering, agriturismi e alberghi con somministrazione di cibo con i seguenti codici ATECO prevalenti:

56.10.11
(ristorazione con somministrazione)

56.29.10
(mense)

56.29.20
(catering continuativo su base contrattuale)

56.10.12
(attività di ristorazione connesse alle aziende agricole)

56.21.00
(catering per eventi, banqueting)

55.10.00
(alberghi) limitatamente alle attività autorizzate alla somministrazione di cibo

Possono accedere al contributo le imprese dichiaranti che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi medi dei mesi da marzo a giugno 2020 sia inferiore ai tre quarti dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi medi dei mesi da marzo a giugno 2019. Questo criterio non si applica alle aziende che hanno avviato l’attività a decorrere dal 1° gennaio 2019.

LEGGI ANCHE >>> Bonus ristorazione a partire da 1000 euro: tutti i passaggi per ottenerlo

Bonus ristorazione, il Ministero:”Proroga è per mettere tutti in condizione di accedere al contributo”

bonus ristorazione
Image by Nenad Maric from Pixabay

In questo momento di grande difficoltà per tutto il comparto, il nostro compito è affrontare le criticità, semplificare la burocrazia, e mettere tutti in condizione di accedere alle misure predisposte dal Governo per sostenere i settori in difficoltà. Considerando le difficoltà che questo settore continua a vivere, e in risposta alle sollecitazioni ricevute, abbiamo deciso di prorogare il termine di presentazione delle domande“, ha annunciato la Ministra Teresa Bellanova.

Questo Fondo è una misura innovativa, che punta ad aiutare ristoratrici e ristoratori, sostenere la filiera agroalimentare, rilanciare gli acquisti di prodotti agroalimentari di qualità e di origine italiana, a partire dai DOP e IGP, contrastare eccedenze e spreco.  La ristorazione è un pezzo centrale, un pezzo nevralgico, della filiera agroalimentare, poter disporre di tempo in più per inoltrare le domande di aiuto è importante. Il settore ce lo ha chiesto e noi abbiamo lavorato in questa direzione. Per continuare a mettere in sicurezza l’intera filiera e allentare le difficolta che quotidianamente affrontano tutti gli uomini e le donne che ci lavorano“, ha concluso Bellanova.

LEGGI ANCHE >>> Ristori e bonus, ecco il capitolo ‘quater’: tra rinvii e indennità inaspettate