Gli scacchi sono un gioco di strategia molto diffuso e antico, esistono campionati mondiali ed è considerato una vera professione. Ma quanto guadagna un giocatore di scacchi?

giocatore scacchiIl guadagno di un giocatore di scacchi dipende dalla sua bravura.

Ci sono alcuni giocatori che usano esclusivamente il gioco per guadagnare, partecipando a tornei e campionati.
Altri, invece, usano una combinazione di più fattori per guadagnare con gli scacchi, infatti, oltre al gioco spesso insegnano, scrivono libri e/o aiutano i programmatori per computer per i giochi online.
La maggior parte dei giocatori di scacchi tende a guadagnarsi da vivere insegnando: le lezioni possono avere un costo che va da 20 euro fino ad arrivare a 500 euro l’ora.

Con l’avvio della tecnologia c’è chi ha trovato una fonte di guadagno facendo video corsi o tutorial online.

Inoltre, i premi dei tornei privati sono molto alti e ciò è dato dal fatto che i partecipanti non sono casuali ma devono rientrare sui primi 10 giocatori più forti a livello mondiale.

LEGGI ANCHE >>> Lotto, perchè le estrazioni sono in ritardo? Quando vedremo i numeri mancanti

Giocare a scacchi: quanto guadagna un giocatore?

giocare scacchi
Fonte Pixabay

Quando si parla di guadagno effettivo di un giocatore dipendono dalla bravura del professionista.

In media un professionista mediocre che partecipa ai tornei con un punteggio che si aggira tra i 2500 e i 2600 punti guadagnerà una cifra tra i 20.000 e i 30.000 annui.

Diverso è il guadagno dei giocatori che rientrano nella top 15 dei giocatori più forti al mondo.

Questi giocatori guadagnano diverse centinaia di migliaia di dollari ogni anno.

Ma chi è il giocatore che guadagna più soldi?

E’ probabilmente Magnus Carlsen, visto che il suo guadagno si aggira annualmente intorno a sette cifre. Questo deriva dal fatto che, oltre agli sponsor, il montepremi di un torneo o campionato mondiale è di 1 milione di dollari.

LEGGI ANCHE >>> Allarme Covid, ricoveri giù per la prima volta in una Regione: si esce dalla zona rossa?