Legge di Bilancio 202 prevede delle importanti novità in tema di istruzione: dalle nuove assunzioni, alla didattica digitale integrata, alll’esonero delle tasse e il trasporto scolastico.

scuola
Fonte Pixabay

La Legge di Bilancio 2021 prevede lo stanziamento di risorse per scuola e università: dall’assunzione di oltre 25.000 insegnanti di sostegno, didattica digitale, edilizia e trasporti ed esonero delle tasse.

Vediamo nel dettaglio.

LEGGI ANCHE >>> Covid, “Superata soglia critica”: il dato sui ricoveri che fa scattare l’allarme

Scuola e università: assunzione di oltre 25.000 insegnanti

scuola
Fonte Pixabay

La Legge di Bilancio prevede, nell’ articolo 164, Disposizioni in materia di personale scolastico, di garantire la continuità didattica per gli alunni con disabilità e a tal fine è prevista l’ assunzione di oltre 25.000 insegnanti di sostegno.

Non solo è prevista l’assunzioni degli insegnanti di sostegno ma la Legge di Bilancio 2021 stanzia 10 milioni di euro finanziare il Fondo per la formazione degli stessi.

Gli insegnanti saranno assunti in 3 tranche:

  • per l’anno scolato 2021 è prevista l’assunzione di 5.000 insegnanti;
  • per anno scolastico 2022/2023 è prevista l’occupazione di 11.000 posti;
  • decorrere dall’anno scolastico 2023/2024 è prevista l’assunzione di 9000 insegnanti di sostegno.

Scuola e università: stanziati fondi per la didattica digitale

La Legge di Bilancio stanzia per il 2021, al fine di favorire l’ottimale fruizione del diritto all’istruzione anche per coloro che sono privi di mezzi, 117,8 milioni di euro ad incremento del Fondo per l’arricchimento e l’ampliamento dell’offerta formativa e per gli interventi perequativi.

E’ prevista, altresì, l’autorizzazione di spesa per ulteriori 12 milioni per l’anno 2021, per:

  • realizzare un sistema informativo integrato per il supporto alle decisioni nel settore dell’istruzione scolastica;
  • la raccolta, la sistematizzazione e l’analisi multidimensionale dei relativi dati;
  • la previsione di lungo periodo della spesa per il personale scolastico;
  • il supporto alla gestione giuridica ed economica del predetto personale anche attraverso le tecnologie dell’intelligenza artificiale;
  •  la didattica a distanza.

Scuola e Università: previsti fondi per il trasporto pubblico scolastico

In materia di dei servizi di trasporto scolastico, la Legge di Bilancio prevede l’erogazione di un fondo di 150 milioni di euro per l’anno 2021, volto ad incrementare le risorse per il trasporto pubblico e finanziare i servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale di Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano.

Intervenire sul trasporto pubblico scolastico è necessario al fine di garantire il contenimento della diffusione del COVID-19.

Scuola e Università: semplificazioni in materia di edilizia scolastica.

Nella Legge di Bilancio importanti novità riguardano l’edilizia scolastica laddove viene disposta una semplificazione nelle procedure considerata l’emergenza Covid in atto.

La legge fissa una deroga alla disciplina dell’edilizia scolastica, articoli 21 e 27 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, che impone l’ inserimento degli interventi nel programma triennale delle opere pubbliche e la procedura di approvazione dei progetti. Come si legge nella relazione illustrativa: “Queste previsioni comportano un rallentamento iniziale nell’attuazione degli interventi, subordinando l’esecuzione degli stessi all’adozione di atti interni all’ente locale, che possono essere superati, trattandosi di utilizzare risorse statali, anche con un’unica delibera di approvazione del progetto.”

Con questo intervento viene concessa agli enti locali la possibilità di variare, con l’approvazione del progetto di fattibilità tecnico-economica dell’intervento di edilizia scolastica in consiglio comunale, lo strumento urbanistico vigente in deroga alle disposizioni nazionali e regionali vigenti.

Istruzione: importanti novità anche per l’Università

La legge di Bilancio incrementa il Fondo per il finanziamento ordinario delle università a decorrere dall’anno 2021, di 165 milioni di euro al fine ultimo di riconoscere al maggior numero di studenti universitari possibile l’esonero, totale o parziale, delle tasse universitarie annuali.

La Legge di Bilancio prevede, altresì, un incremento di 8 milioni di euro, a decorrere dal 2021, del Fondo per il funzionamento amministrativo e per le attività didattiche delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica statali.

Vengono riconosciute nuove risorse anche per:

  • il Fondo integrativo statale per la concessione di borse di studio;
  • le università e gli istituti superiori non statali legalmente riconosciuti, che abbiano ottenuto l’autorizzazione a rilasciare titoli di studio universitario aventi valore legale.
  • i collegi universitari di merito;
  • il Fondo per le esigenze emergenziali del sistema dell’Università, delle istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica e degli enti di ricerca;
  • il piano straordinario dei ricercatori.

LEGGI ANCHE >>> Abusivismo finanziario, Consob oscura 7 siti: i consigli ai risparmiatori contro le truffe