Legge di Bilancio 2020 autorizza la copertura del bonus bebè solamente per i nati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020. E cosa succede per i chi nasce nel 2021?

bonus bebè
logo inps sito inps; fonte pixabay

Il bobus bebè o assegno di natalità è un assegno mensile destinato alle famiglie per ogni figlio natoadottato o in affido preadottivo. L’assegno viene corrisposto ogni mese fino al compimento del primo anno di età o del primo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito di adozione o affidamento preadottivo.

Il bonus bebè spetta ai cittadini italiani, comunitari o extracomunitari in possesso di idoneo titolo di soggiorno.

Con il bonus bebè trova applicazione il principio dell’accesso universale, infatti, possono beneficiarne, nei limiti di un importo minimo, anche coloro che hanno un  ISEE superiore alla soglia di 40.000 euro o anche in assenza dell’indicatore ISEE.

Ma nel 2021 il bonus bèbè sarà riconfermato o no? I dubbi ci sono stati.

Il Ministro Roberto Gualtieri aveva indicato e poi confermato che dal 2021 sarebbe partito l’assegno unico per i figli. Tra le misure che sarebbero state sostituite nel nuovo assegno vi era l’assegno al nucleo famigliare, il bonus bebè e il bonus asilo nido.

Ma cosa cambia davvero?

LEGGI ANCHE >>> Inps, bonus mamme da 800 euro: come e quando fare domanda? Tutte le istruzioni

Manovra finanziaria 2021: confermato il bonus bebé per il 2021?

bonus bebè
Fonte Pixabay

Belle notizie in arrivo per tutti i futuri genitori: il governo più che aver fatto marcia indietro ha fatto un passo in avanti.

L’erogazione dell’assegno unico romane ma le famiglie avranno diritto anche al bonus bebè per un altro anno.

Ci sarà quindi un doppio sostegno: l’assegno unico si affiancherà al bonus bebè. Non è ancora chiaro in che modo coesisteranno le due misure.

In presenza di figli successivi al primo, nati o adottati tra il 1 gennaio e 31 dicembre 2021, gli importi del bonus bebé aumenteranno del 20%. Per ISEE fino a 7.000 euro, il bonus bebé per i figli successivi al primo sarà di 2.304 euro all’anno, per ISEE tra 7.000 euro e 40.000 euro, l’importo è di 1.728 euro all’anno, per ISEE superiori a 40.000 euro o in sua assenza, l’assegno del bonus per i figli successivi al primo, che nasceranno o saranno adottati nel 2021 è di 1.152 euro.

Ok bonus bebè, ma cos’è davvero l’assegno unico?

L’assegno unico entrerà in vigore il 1 luglio 2021. L’assegno unico spetterà a tutti i lavoratori, sia autonomi che dipendenti ma anche a disoccupati e incapienti, purché siano cittadini ed europei, ma anche ai cittadini extra-comunitari con regolare permesso di soggiorno e residenti in Italia da più di 2 anni.

Partirà dal settimo mese di gravidanza fino al raggiungimento dei 21 anni dei figli.

Il suo importo varierà in base all’Isee e potrà arrivare fino a 250 euro al mese per figlio.

LEGGI ANCHE >>> Manovra 2021, aumenti di stipendio per medici ed infermieri: tutti i dettagli