In questo periodo, li vediamo in prima linea negli ospedali ma anche in molti talk show: sono i viroligi. Ma quanto guadagna un virologo?

virologo
Fonte pixabay

La professione del virologo, sebbene molto attuale, è una professione come tante e, pertanto, non esiste uno stipendio comune per tutti i virologi, anzi, come tutte le professioni lo stipendio varierà in presenza di molteplici fattori.

La virologia fa parte delle scienze mediche biologiche dedicate allo studio dei virus e delle conseguenze patogene all’interno dell’organismo umano.

Tra questi fattori è rilevante capire, al fine di quantificare uno stipendio, se il virologo lavora in un ospedale o laboratorio pubblico oppure privato; le mansioni e la posizione che occupa , gli anni di esperienza e le mansioni che svolge.

Ma come si diventa virologi?

Occorre la laurea in Medicina della durata di 6 anni, alla quale deve seguire una specializzazione in Microbiologia e Virologia, della durata di 4 anni complessivi.

Anche chi ha conseguito una laurea magistrale in biologia e biotecnologia può accedere alle specializzazioni dell’area ‘non medica’.

LEGGI ANCHE >>> Quali sono i 10 lavori più pagati in Italia? Ecco i profili più richiesti

Quanto guadagna un virologo laureato in medicina rispetto ad uno laureato in biologia?

sintomo covid
Fonte Pixaby

Tempo fa non passò inosservato lo stipendio percepito dalla Dott.ssa Francesca Colavita, la ricercatrice che ha contribuito a isolare il virus all’ospedale Spallanzani: circa 1.500 euro al mese con un contratto precario.

E un dirigente? Il Dirigente Biologo può arrivare a guadagnare tra i 40.000 e i 50.000 euro annui, mentre un Dirigente Medico può arrivare a guadagnare tra i 70.000 e gli 80.000 annui. Entrambe le retribuzioni possono aumentare a seconda dell’esperienza e del settore di inserimento.