Covid, due Regioni in zona rossa e altre tre in zona arancione. Intanto il Governatore De Luca attacca il sindaco De Magistris.

Covid De Luca
Fonte: diretta video account ufficiale Facebook Vincenzo De Luca

Non sono più indiscrezioni ma è ufficiale:  il ministro Speranza firmerà stasera un’ordinanza che renderà compatibile il passaggio in zona rossa di due Regioni ed in zona arancione per tre.

Le misure saranno efficaci da lunedì 15 novembre.

LEGGI ANCHE >>> Emergenza: creazione di Covid Hotel su tutto il territorio nazionale. La mappa

Covid, due Regioni entra in zona rossa: ecco quali sono. De Luca attacca De Magistris

Covid regioni

A diventare zona rossa sono Campania e Toscana mentre le nuove zone arancioni sono Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche.

Proprio sulla possibilità di una chiusura totale in Campania è intervenuto oggi il Governatore Vincenzo De Luca che ha snocciolato i dati odierni: 3900 nuovi contagi, quasi 25mila tamponi, un rapporto contagi/tamponi al 16,5%, il 27% delle terapie intensive occupate che ammontano a 650 posti disponibili.

De Luca ha difeso il lavoro svolto sinora dalla Regione e dal personale sanitario e si è scagliato contro il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, che a suo dire non lo avrebbe aiutato nel contenere gli assembramenti nella città capoluogo:”Una cosa vergognosa, sapete chi avrebbe dovuto decidere ma era impegnato a fare il giro delle tv? Il sindaco di Napoli? I sindaci di Pozzuoli, Giugliano, Castellammare, Salerno, sindaci coraggiosi, responsabili, che hanno preso decisioni per bloccare la mobilità del contagio, mentre altri sembravano turisti a fare il giro delle televisioni per sporcare l’immagine di Napoli e della Campania per farsi pubblicità“.

De Luca ha parlato anche di come i media stanno affrontando la vicenda della lotta al virus in Campania:”Da lunedì è in corso una campagna di sciacallaggio mediatico contro di noi. Gli ispettori del ministero sono stati mandati per rispondere alla valanga di demagogia, è falso che siano venuti a controllare. Dicono che c’era una indagine della procura della repubblica sui dati della Campania, il procuratore capo smentisce che ci siano indagini ma non serve a niente comunque perchè la Campania non poteva essere zona rossa già da giugno“.

LEGGI ANCHE >>> Allarme Covid, quanti posti letto ci sono in Italia? Tutti i dati da conoscere