Aprire un mutuo non è così semplice come poteva essere tempo fa. Colpa delle poche garanzie che un giovane lavoratore può dare? Sicuramente sì, ma ci sono delle situazioni in cui ottenere un mutuo senza garanzie non è così difficile.

 mutuo
fonte pixabay

Uno dei metodi migliori per ottenere un mutuo è quello di presentarsi come un bravo pagatore. In che senso?

Le Banche hanno dei sistemi interni con cui possono verificare la vostra condotta debitoria. La banca, se avete delle inadempienze nei confronti di uno o più istituti di credito diversi da quella a cui vi state rivolgendo, vedrà che siete stati catalogati come cattivo pagatore e, pertanto, vi negherà la concessione di un mutuo.

Estinguere i debiti è sicuramente una cosa semplice ed efficace da fare per migliorare le nostre possibilità di vedere approvata la richiesta.

Se le nostre garanzie sono insufficienti, presentare un garante esterno migliorerà la vostra posizione davanti alla banca.

Il ruolo del garante esterno è quello di intervenire, in caso di mancato pagamento delle rate, subentrando al mutuatario. Il garante risponde con tutto il suo patrimonio personale, quindi è una figura importante che deve soppesare molto bene la sua decisione.

Per fare da garanti di un mutuo occorre:

  • non aver superato i 75 anni di età alla scadenza del mutuo;
  •  avere un reddito e/o un patrimonio tali da renderlo in grado di saldare le rate in caso di insolvenza del richiedente

Un’altra cosa da fare è informarsi su agevolazioni e fondi pubblici.

Esistono, infatti, dei fondo di garanzia che permetteno alle coppie con meno di  35 anni di ottenere mutui a tasso agevolato; il fondo garantisce anche per il 50% del valore del mutuo, ed essendo un’entità statale la sua è una garanzia molto forte.

LEGGI ANCHE >>> Mutuo: il pagamento dell’ultima rata cancella davvero l’ipoteca?

Mutuo immobiliare: quando l’ipoteca non è più una garanzia sulla nostra casa?

mutuo hello home
Fonte Pixabay

Rispondere a questa domanda è piuttosto semplice: MAI.

Nessun mutuo prevede davvero la totale assenza di garanzie.

Ricordiamoci che si chiamano “mutui ipotecari” proprio perché, alla base, c’è un immobile ipotecato che rappresenta una garanzia molto forte.

Nel momento in cui viene iscritta l’ipoteca sulla nostra cas, stiamo offrendo la nostra principale garanzia all’istituto di credito.

LEGGI ANCHE >>> Commissione europea, crollo occupazione italiana nel 2021. Tutti i numeri