Luce e gas: dal 1° ottobre scattati importanti aumenti per chi è rimasto nel mercato tutelato. Ira dell’Unione Nazionale dei Consumatori:”Una stangata record”.

luce e gas
Image by Photo Mix from Pixabay

L’autunno è iniziato con una brutta novità per i consumatori in termini di aumenti delle bollette di luce e gas. Previsti incrementi a due cifre e lo smartworking spinto non aiuterà di certo un contingentamento della spesa.

Secondo quanto stabilito da Arera, infatti, dal 1° ottobre la bolletta dell’elettricità, per le famiglie rimaste nel mercato tutelato, registra un aumento del 15,6% mentre quella del gas dell’11,4%.

LEGGI ANCHE >>> Ristori, in arrivo sui conti. Ecco a chi è stato accreditato il primo miliardo

Luce e gas, bollette con sorpresa ad autunno: incrementi a due cifre

luce e gas
Image by mohamed ramzee from Pixabay

Secondo lo studio dell’Unione Nazionale Consumatori, per una famiglia tipo significa spendere su base annua, quindi tra 1° ottobre 2020 al 30 settembre 202070 euro in più per la luce e 96 euro in più per il gas. Una maggior spesa complessiva, quindi, pari a 166 euro.

“Una stangata record, che non ha precedenti. Un primato assoluto. Mai, da quando ci sono gli aumenti trimestrali stabiliti dall’Authority, ossia dal gennaio 2003, si sono verificati rialzi così elevati” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Ci aspettavamo, come al solito, che, con la riaccensione dei caloriferi si infiammassero anche i prezzi, soprattutto del gas. Ma non a questi livelli da primato! Una pessima notizia per le famiglie già in difficoltà per le conseguenze dell’emergenza Covid. Per questo- prosegue Vignola– avevamo proposto all’inizio della pandemia di ridurre l’Iva sul gas al 10% sull’intero consumo e non solo sui primi 480 Smc annuali come è attualmente e di intervenire una volta per tutte per risolvere il problema degli Oneri Generali di Sistema che gravano, in maniera impropria, soprattutto sulle sulle bollette dell’elettricità”.

“Una ragione in più che conferma la bontà della scelta di aver avviato il nostro primo gruppo d’acquisto Luce e Gas. Su base annua, se i prezzi restassero costanti, il risparmio per chi ha aderito al gruppo e attivato le forniture rispetto a chi sta nel mercato tutelato, dopo questi aumenti record, sarebbe, per una famiglia tipo, pari a 99 euro per la luce e a 35 per il gas, per un totale nei dodici mesi pari a 134 euro”, conclude il dirigente dell’Unc.

LEGGI ANCHE >>> Decreto Ristori bis, via libera dal Cdm nella notte. Tutte le misure approvate