Può costare fino a 40mila euro | Sapete qual è il gatto più caro del mondo?

Il gatto più caro del mondo può arrivare a costare fino a 40mila euro: ecco la classifica che ha spiazzato tutti gli amanti dei felini.

Esattamente come i cani, i gatti sono richiesti da milioni di famiglie in tutto il mondo. Sono dei perfetti animali domestici che, seppur considerati meno affettuosi, vengono amati e coccolati da tantissime persone. Ce ne sono di tantissime razze, alcune della quali sono davvero molto costose.

Gatto più caro: quanto costa
Il gatto più costoso costa 40mila euro – contocorrenteonline.it

Avere un gatto in casa porta diversi vantaggi psico-fisici che molti non immaginano nemmeno. Ad esempio, accarezzare il proprio felino fa abbassare la pressione sanguigna. Gli studi dell’Università del Minnesota Stroke Institute hanno rilevato anche il fatto che la compagnia di un gatto aiuta a superare i traumi, abbassa il cortisolo e rafforza il sistema immunitario.

Le razze dei gatti sono numerose e tra queste ce ne sono alcune davvero molto costose. Gli esemplari di alcune razze possono addirittura arrivare a costare quanto una macchina. Vediamo assieme quali sono le razze più costose al mondo.

Gatti più cari del mondo: la classifica dei primi 10

Qualsiasi amante dei gatti sarebbe disposto davvero a tutto pur di prendere un micio appartenente a una delle razze più costose. Alcune di queste includono dei felini esotici che ricordano i gatti selvatici. Andiamo a scoprire quali sono le 10 razze di gatti più costose. Al primo posto c’è n’è una i cui esemplari arrivano a costare addirittura 40mila euro.

Gatto più caro: classifica
La classifica dei gatti più costosi al mondo – contocorrenteonline.it

In cima alla classifica dei gatti più costosi c’è la razza Bengala. Per chi ha intenzione di prenderne uno, è bene sapere che la spesa può arrivare fino a 40milla euro. In seconda posizione c’è la razza del Savannah il cui costo è di 30mila euro.

Chiude il podio il gatto Persiano, che costa 5.000 euro. In quarta posizione troviamo la razza Manx il cui costo è di 3.500 euro, mentre seguono il Sphynx, il Peterbald e lo Scottish Fold tutti e tre a 3.000 euro.

In ottava posizione si trova la razza Blu di Russia e per averne uno bisogna spendere  2.800 euro. In nona posizione troviamo il British Shorthair, il cui prezzo è fissato sui 1.500 euro. Mentre all’ultimo posto è stato inserito il gatto Siamese che cosa 1.200 euro.

Prezzi importanti, ma per gli affezionati dei gatti che possono permettersi spese così cospicue, avere per casa un esemplare appartenente a una di queste razze deve essere davvero una gran soddisfazione.

Impostazioni privacy