Ritrovato il pugnale più antico del mondo, ecco quanti anni ha …

Negli ultimi mesi in Norvegia è stato ritrovato quello che è al momento il pugnale più antico del mondo. Vediamo nel dettaglio cosa sta succedendo. 

C’è una scoperta avvenuta nei mesi scorsi in Norvegia, che sta facendo letteralmente impazzire i media di tutto il mondo. È stato infatti ritrovato quello che promette di essere il pugnale più antico mai ritrovato nella storia dell’umanità. 

A fare questo incredibile ritrovamento è stata una ragazza, ribattezzata Elisa dalla stampa norvegese, che, da quanto raccontano i media, lo ha semplicemente trovato per caso,  nascosto sotto una pietra di una strada che stava attraversando. 

pugnale antico
Adobe Stock

A quel punto la ragazza, forse accortasi subito di quanto fosse particolare e antico quel ritrovamento, si è rivolta alla sua insegnante d’arte Karen Drange.

È stata una ragazza a ritrovare in Norvegia il pugnale più antico del mondo

La donna a quel punto, si è accorta che si trattava davvero di un antichissimo manufatto e così sono iniziate le prime analisi. E in breve tempo, gli studi effettuati sul pugnale, hanno portato a stabilire che ci troviamo di fronte ad un oggetto che risale addirittura al periodo neolitico. E dunque, parliamo di un pugnale antichissimo, che secondo gli esperti, ha almeno 3.700 anni di età. 

Tutto questo è accaduta nella contea di Vestland in Norvegia, e gli archeologi hanno già iniziato a lanciare le prime ipotesi sulla reale provenienza del pugnale, che difficilmente si trovava in quella contea da sempre. 

Alcuni studiosi sono convinti che provenga dal Mar Nero

Anzi, molti studiosi sono convinti invece che arrivi dalla zona del Mar Nero. Questo pugnale, il più antico mai scoperto finora, è lungo circa 12 centimetri. C’è poi un altro aspetto particolarmente interessante: la lama è fatta di selce, un materiale che a quel tempo non esisteva in Norvegia.

E dunque, diventa quasi naturale supporre che parliamo di un manufatto che è stato importato per qualche motivo in quella zona, ma che in realtà ha una provenienza geografica molto diversa. 

E visto l’incredibile importanza di questo ritrovamento, potrebbe anche darsi che adesso il governo decida di effettuare degli scavi più approfonditi nella contea di Vestland. Alcuni in realtà, seppur a pochi metri di profondità, sono già stati iniziati ma per il momento non hanno portato ad alcun tipo di risultato. 

Il pugnale più antico del mondo, una teoria sostiene che forse veniva usato per offerte sacrificali

Un’altra teoria particolarmente interessante su questo pugnale vecchio almeno 3.700 anni, riguarda il fatto che potremmo trovarci di fronte a un pugnale utilizzato non per i combattimenti, ma come offerta sacrificale. Segno che forse dunque, ci troviamo di fronte a un manufatto che serviva per antichi riti che potevano essere condotti nel neolitico.

Impostazioni privacy